Terremoto, Ingv modifica Centro Italia in sequenza sismica di Amatrice, Norcia e Visso

Ingv nelle proprie comunicazioni inserirà in primis località più prossima all'epicentro

Terremoto, Ingv modifica Centro Italia in sequenza sismica di Amatrice, Norcia e Visso ROMA – Come già anticipato attraverso il Comunicato Stampa congiunto diramato venerdi si è svolto a Roma l’incontro tra il Presidente Ingv (Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia) Carlo Doglioni e l’Assessore alla Cultura e Turismo della Città di Assisi, Eugenio Guarducci. L’incontro, svoltosi ieri presso la sede di Ingv, ha visto la partecipazione attiva e operativa di esperti dell’Ente di Ricerca ed è stato preceduto da una breve visita alla Sala Operativa del Centro Nazionale Terremoti, che svolge attività di monitoraggio sismico 24 ore su 24. Nel corso della riunione, ritenuta da ambo le parti molto costruttiva, sono stati trattati diversi argomenti e, in particolare, quelli riguardanti la comunicazione degli eventi sismici.

“Il Presidente Doglioni si è reso disponibile – dichiara Eugenio Guarducci – a migliorare, nei tempi tecnici necessari, le modalità di informazione rispetto alla geolocalizzazione degli eventi sismici sulle proprie piattaforme social e web, dove verrà inserita in primis la località più prossima all’epicentro, lasciando l’indicazione della Provincia (abbreviata nei canali social).
Da parte dell’Ingv è stata poi accolta, con grande interesse, l’idea di organizzare in Umbria un Corso di Formazione (con crediti formativi) dedicato ai Giornalisti avente per oggetto la corretta comunicazione dei terremoti e il rischio che può generare una comunicazione fuorviante in un’epoca dove i Social Media e la Stampa svolgono un ruolo importantissimo che obbliga maggiore attenzione da parte di tutti. Sarebbe interessante – prosegue Guarducci – che questo appuntamento potesse essere lanciato in occasione del prossimo Festival Internazionale del Giornalismo dove l’Ingv è già coinvolto in un appuntamento attraverso la presenza di Carlo Meletti, sismologo dell’Istituto. La proposta è stata molto apprezzata da parte del Presidente Doglioni e ora ne capiremo quanto prima la fattibilità”.
Durante l’incontro si è posto anche l’accento sulla opportunità di “rinominare” il fenomeno sismico in corso che oggi viene erroneamente comunicato come “Terremoto del Centro Italia”.
“Ci fa piacere – conclude Guarducci – che già da stamattina sul sito Ufficiale Ingv.it sia stato introdotta la nuova dizione: Sequenza Sismica di Amatrice, Norcia e Visso. Questo è un importante risultato che spero possa essere contagioso”.

Al termine dell’incontro l’Assessore Guarducci ha voluto ringraziare tutto il team dell’Ingv per aver compreso il grido di allarme proveniente dal comparto economico afferente al Turismo della Regione Umbria  ed in particolare da Assisi che è concretamente diventata l’epicentro dei danni indiretti. Al contempo ha manifestato la propria solidarietà per i tanti professionisti che lavorano nell’Istituto, alcuni, in una condizione di instabilità contrattuale.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*