Le villette verranno costruite o no? Cianetti, “Ricci chiarisca”

da Carlo Cianetti
Abbiamo raccontato che dietro allo Stadio degli Ulivi sono in vendita lotti (si parla di prezzi mirabolanti: 220.000 a lotto) per la costruzione di villette unifamiliari o bifamiliari. Peccato che questi lotti non siano stati approvati dal Comune. Siccome l’eventuale edificabilità a residenziale è un regalino del nuovo Piano Regolatore, dovrebbero essere è necessario attendere il Piano Operativo per avere indicazioni sull’entità degli ipotetici comparti in cui può essere frazionata l’area e comunque sulla definizione dei parametri specifici (altezze max, n. di piani, tipi edilizi, ecc.) degli edifici da realizzare, fermo restando il volume massimo realizzabile già definito dal PRG Strutturale.

L’area della possibile edificazione
Va detto che stiamo parlando di una delle aree più delicate del territorio e al tempo stesso più ambìte, per la posizione invidiabile. I terreni sono per buona parte di uno dei costruttori più in vista della città. Il fatto che c’è qualcuno che si arroga il diritto di vendere ciò che ancora non esiste (cioè lotti destinati a residenza) dovrebbe far indignare l’amministrazione comunale e in primis il sindaco Ricci, che ha le delega al piano attuativo. Ci aspettavamo che in uno dei suoi quotidiano comunicati stampa diffidasse il venditore di un bene di interesse generale a rispettare le regole. Invece silenzio.

Allora facciamo a Ricci 2 domande:
1) a cosa è dovuto questo silenzio?
2) ci garantisce Ricci che quella zona, un grande declivio pieno di ulivi, venga protetto e non cementificato?

Attendiamo risposte. Poi restiamo a guardare per constatare se il piano attuativo di quella zona andrà nella direzione indicata dai proprietari dell’area. A quel punto ci sarebbe qualcosa da chiarire non solo ai cittadini, ma anche alla Procura della Repubblica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*