Accattonaggio ad Assisi, come può un’ordinanza arginare la mendicità?

Come può la contravvenzione, ancorché illegittima, spaventare il mendicante

Accattonaggio ad Assisi, come può un'ordinanza arginare la mendicità?
mendicante

dai Commenti – “Come può uno scoglio arginare il mare?” Prendendo a prestito le parole del compianto e sempre amato Lucio Battisti, mi domando e vi domando: – Come può una ordinanza illegittima, come chiaramente spiegato dall’avv.Matarangolo, arginare la marea di mendicanti che invadono strade, chiese, negozi e ogni altro luogo pubblico? -Come può la contravvenzione, ancorché illegittima, spaventare il mendicante di turno che, essendo ovviamente nullatenente, sa benissimo (meglio di qualche politico nostrano) che può tranquillamente non pagarla, magari utilizzandola per scopi poco nobili che non mi sembra educato descrivere in questa sede…?

Come può un’esponente del centro-destra, teoricamente difensore dei principi cristiani, anche solo lontanamente ipotizzare di multare i cittadini che, obbedendo ad un principio cristiano oltre che legittimo, allungano qualche spicciolo ad un mendicante? Allora, siamo realisti per favore! rendiamoci conto che l’accattonaggio è legittimo e si può punire solo quando diventa molesto, quindi l’unico modo per contenerlo è un presidio delle forze dell’ordine che individui e denunci chi lo eserciti in modo scorretto.

Un’ultima osservazione sui “Volontari per Assisi” che qualcuno, con una espressione che dal punto di vista giuridico suona come una bestemmia, ha definito “Corpo”: Nessuno ha capito a cosa servono. Saremmo grati a chiunque riuscisse a spiegarcelo. Grazi

Print Friendly

1 Commento su Accattonaggio ad Assisi, come può un’ordinanza arginare la mendicità?

  1. Egregio editore,
    sono EMIRO (nome d’arte ovviamente), autore del commento da Lei testè riportato come articolo.
    Desidero, per questo motivo, oltre che per l’opportunità che offre a tutti di esprimere liberamente la propria opinione, ringraziarla per questo onore.
    Mi sento lusingato ed incoraggiato a continuare ad esprimere le mie pungenti ma, spero, sempre garbate e pertinenti riflessioni sulle vicende che riguardano la nostra amatissima Assisi.
    Grazie di cuore. EMIRO

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*