Ad Assisi le note del Tango Argentino riempiono il week end

da Serena Morosi
Assessore alla cultura
ASSISI – Sabato 20 e Domenica 21 il Tango Argentino sarà di scena nella Seraphica Civitas, per un connubio ideale che lega la nostra Città Patrimonio Mondiale dell’Umanità a questo ballo dichiarato dall’UNESCO “bene culturale immateriale” nel 2009. Charlas, proiezione di documentari, esposizione delle opere dell’artista Julian Althabe, milongas e lezione gratuita per coloro che vorranno avvicinarsi a questo ballo che non è solo un insieme di passi ma cultura da vivere, scoprire e valorizzare, proprio come Assisi, un territorio unico al di là dei propri confini, ricco di bellezze storico-architettonico-ambientali, un territorio che merita di essere visitato, vissuto e goduto. Tango Argentino: un ballo che sta conquistando sempre più appassionati: una alchimia che racchiude in modo indistinto l’allegria e la spensieratezza con la raffinatezza vellutata di una malinconia difficile da descrivere ed afferrare, in un continuo scambio di accenti, pause, emozioni, tenerezza e nessuna volgarità.

Tutto si svolgerà nella cornice di forza e calore di Palazzo Bernabei, luogo ricco di fascino in cui sarà protagonista la poesia inafferrabile fatta di movimenti, intrecci disegnati con naturalezza e semplicità, gesti morbidi, sospesi. Il ritmo prenderà forma e diventerà sostanza “tangibile” . Un appuntamento da non perdere, dunque, l’incontro tanghero ad Assisi, organizzato dalla Scuola di Tango “Volver”, che ha sede a Roma, Perugia e Spoleto, col Patrocinio del Comune di Assisi, per vivere indimenticabili momenti all’insegna della fisicità del tango argentino in tutte le sue espressioni, non solo quelle legate alla danza ma anche quelle legate all’arte. Un importante appuntamento che contribuisce alla promozione culturale e sociale della nostra città

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*