Agricoltura a pezzi e la mosca olearia, interpellanza urgente dal consigliere Travicelli

da Claudia Travicelli (Capogruppo Democratici e Popolari per Assisi)
I dati ci dicono che nel mese di Settembre i livelli di infestazione sono arrivati ben oltre il 40 per cento, situazione che ha inciso per la produzione di olive che risulta essere stata bassissima. Dobbiamo cercare in tutti i modi e maniere di tutelare il nostro oro ed i nostri produttori.

Per i produttori dell’olio del nostro territorio e di quello umbro, si prospetta un’annata nera, a causa degli attacchi devastanti della mosca olearia, che ha compromesso in maniera importante e catastrofica la produzione di questo anno. E’ nostro pensiero che la Regione dell’Umbria si attivi rapidamente e dichiari lo stato di calamità prevedendo misure di sostegno ad un settore, che sta subendo forti danni economici e sicuramente ne sopporterà in futuro.

Un pensiero va anche a tutti quei lavoratori stagionali, chiamati alla raccolta annuale e che quest’anno si sono trovati a piedi, in una crisi già mordente del suo. Dobbiamo e vogliamo sollecitare la Giunta Regionale dell’Umbria, iniziando dalla Presidente Catiuscia Marini e dall’Assessore Fernanda Cecchini ad adottare misure straordinarie per sostenere ed aiutare un ramo di una agricoltura che rischia fortemente.

E’ bene far presente, come il clima nei mesi scorsi, accompagnato da abbondanti piogge per tutta l’estate, ma con una temperatura molto alta in Settembre e Ottobre, abbia favorito lo sviluppo della mosca olearia, che oltre al danno in se per se, ha danneggiato la qualità dell’olio ottenuto azzerandone gli standard qualitativi che da anni caratterizzano il nostro territorio e l’Umbria intera.

Inoltre non è neanche possibile assicurarsi contro la mosca dell’olivo, in quanto nel Piano assicurato agricolo che il Ministero ha diramato, la mosca dell’olivo non è presente. L’olio è sicuramente il prodotto di maggior prestigio che le nostre terre ci regalano ed è non solo il simbolo del nostro territorio, ma il frutto di anni ed anni di lavoro di tanti produttori, che hanno potuto dare lavoro a tante persone e a tante famiglie. Con questa nostra, chiediamo all’Amministrazione Comunale di Assisi di attivarsi presso la Regione dell’Umbria e presso il Ministero a sostegno dei nostri produttori/agricoltori, unendosi con una propria nota alla richiesta, presentata alla Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore competente, in data odierna dal Consigliere Comunale Claudia Travicelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*