Amministrazione senza bussola, Bartolini giù duro su Giunta Ricci

Giorgio Bartolini ad Assisi è preferito come sindaco
GIORGIO BARTOLINI

da Giorgio Bartolini
Forza Italia
“Cade un albero nel giardino pubblico di Palazzo, per fortuna non c’era alcun bimbo nei paraggi”. Un titolo, apparso sulla stampa, che induce ad alcune riflessioni alla luce delle conclamate carenze del territorio assisano. Attualmente, nei centri abitati, numerosi sono gli alberi o i rami pericolanti per la scarsa manutenzione. Stesso discorso per le strade sconnesse. Alcune buche sono state rattoppate alla meno peggio, mentre notevoli parti del manto stradale sollevato dalle radici delle piante sono particolarmente evidenti in via Los Angeles a santa Maria degli Angeli e costituiscono pericolo per cicli e moto.
Quante sono le luci spente ormai da mesi nelle frazioni, senza che nessuno abbia provveduto alla sostituzione? Basta vedere i lunghi tratti spenti della strada mattonata, percorsa da migliaia di turisti. I ritardi delle opere pubbliche di questa amministrazione sono diventati ormai proverbiali. Al posto dei ripetuti annunci di opere si deve prendere atto dei fallimenti. Un esempio per tutti: la ristrutturazione della piscina di Assisi, sparata dal Sindaco Ricci e dall’Assessore allo Sport, con una spesa di circa un milione di euro di fondi europei. Nulla di fatto e, quel che è peggio, per la prima volta dopo decenni questa estate la piscina non verrà riaperta.

E ancora! A tutt’oggi non è stato ampliato e ammodernato il parcheggio di Porta Nuova, la cui convenzione è stata, o meglio fu firmata nel 2004 dall’altro sindaco, cioè 10 anni fa. Ci si chiede chi abbia interesse a ritardare l’opera oltre ogni ragionevole limite, considerando che si tratta di un project financing con costi totalmente a carico di una società privato.

Il Palacongressi (ex Montedison) doveva essere terminato da due anni, il campo sportivo di San Vitale è stato finanziato da tre anni e i lavori ancora non sono terminati. Ci si chiede che fine abbiano fatto i 190.000 euro stanziati dalla passata amministrazione per la costruzione del mini parcheggio di 30 posti auto, molto utile al servizio delle attività commerciali di via Becchetti e dei cittadini che vogliano recarsi in piazza, e il finanziamento, anch’esso di lontana memoria, finalizzato a bitumare via della Repubblica, sempre a Santa Maria degli Angeli. L’unica opera pubblica che sembra stare a cuore a questi amministratori è quella dei “Varchi Elettronici”di accesso al centro storico del capoluogo, a dispetto dei cittadini e degli operatori turistici e commerciali che hanno detto NO con forti proteste ed anche con una raccolta di firme.

Ormai il degrado del territorio, frutto di menefreghismo, rispetto ad alcuni anni fa è palpabile.
Purtroppo è difficile avere risposte. Il Sindaco pensa alla sua carriera politica, l’Assessore ai lavori pubblici Cannelli è in tutt’altre faccende affaccendato. L’occupazione prevalente degli attuali amministratori sembra quella di mettersi in mostra a manifestazioni di ogni tipo.

Alcuni settori dell’amministrazione comunale sono abbandonati a se stessi, per cui anche i dipendenti più volenterosi appaiono demotivati e ciò riduce l’efficienza amministrativa di questo Comune, che sembra aver perso la bussola. Che peccato!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*