Antenna Caminaccio Assisi, un regalo a portata di vista

Antenne Santa Maria degli Angeli, presto nome presidente commissione La settimana prossima il primo incontro della Commissione di inchiesta per le antenne

Antenna Caminaccio Assisi, un regalo a portata di vista
Un regalo a portata di vista non solo dei locali ma anche dei turisti che vengono a visitare il nostro comune

da Luigino Ciotti
Avendo vissuto per quasi 30 anni in via del Caminaccio dove ho, insieme a mia sorella, la proprietà della casa dei miei genitori non mi ero accorto che i bambini fossero cattivi.
Sì perchè proprio il giorno di Natale è arrivato un bel regalo ai cittadini della zona, sotto forma di antenna, ed in particolare ai tanti bimbi e ragazzi che frequentano li scuole o fanno attività fisica (i giovani ciclisti).

Un bel regalo che ha 2 generosi donatori: l’amministrazione comunale di Assisi e la Wind. Un’accoppiata perfetta che ha avuto a cuore l’interesse del privato invece che quello della collettività a scapito della democrazia, della salute e dell’ambiente.

Un regalo a portata di vista non solo dei locali ma anche dei turisti che vengono a visitare il nostro comune e tutti coloro che passano per la statale 75.
Il risultato è che invece del Cristo delle genti la scultura di 8 metri abbiamo il Cristo delle antenne di 25 metri e l’occhio invece che su un’opera d’arte si fermerà su un orribile palo.
Complimenti perchè per valorizzare il territorio ed aumentare il turismo “era difficile fare una scelta più azzeccata” perfettamente in linea con la cultura francescana del posto.

La scelta dell’amministrazione si commenta da sola, ma una colpa i cittadini ce l’hanno: questa è l’amministrazione che quasi tutti hanno votato ed a cui hanno voluto dar fiducia fino all’ultimo rinunciando a forme di lotta più dure, dandogli credito fino alla fine e pensando che con rapporti personali avrebbero risolto la cosa.
Forse su tutto questo c’è necessità di rifletterci su o no?.

Antenna Caminaccio Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*