Antenna del Caminaccio, flash mob: “Benvenuti ad Assisi, senza parole”

Antenna Caminaccio, Sindaco facente funzioni Lunghi parla di "schiaffo ai cittadini" Di certo la questione antenne è stata una vera e propria “patata bollente” per questa amministrazione
Comitato Caminaccio

Antenna del Caminaccio, flash mob: “Benvenuti ad Assisi, senza parole”
Portare ancora una volta l’attenzione sulla salvaguardia del nostro territorio

dal Comitato del Caminaccio – Mentre i lavori continuano, manca solo da “issare” il palo dell’antenna, i cittadini decidono di manifestare con un flash mob il loro dissenso, dissenso sempre espresso con attenzione alla comunicazione e gentilezza dei modi perché questo siamo. Vogliamo veicolare questo messaggio: sensibilizzare al problema e cercare una soluzione utile per le parti.

Il flash mob dal titolo “Benvenuti ad Assisi, senza parole” vuole portare ancora una volta l’attenzione sulla salvaguardia del nostro territorio che è prezioso da ogni punto di vista: paesaggistico, artistico, cultuale; è un simbolo per l’umanità tutta.

E ci chiediamo insieme ai cittadini: chi è preposto alla sua salvaguardia? chi lo sta facendo dato che l’amministrazione non si mostra sensibile a nessuna istanza portata dalla cittadinanza?

Siamo consapevoli che ci sono scelte pregresse, ma crediamo che tornare sui propri passi come anche in passato altri amministratori hanno fatto sia segno di intelligenza e di attenzione ai cittadini.

“Benvenuti ad Assisi” per ricordare di che perla stiamo parlando, patrimonio UNESCO che non può essere deturpato dalla disattenzione e poco amore di pochi e “senza parole” perché ai cittadini è stato impedito di avere voce in capitolo, si sta infatti andando avanti con grande noncuranza e “senza parole” anche perché è lapalissiano l’evidente errore e quindi è anche difficile spiegare l’ovvio, come dimostrato anche dalla solidarietà della maggior parte delle forze politiche e della cittadinanza e non solo di Assisi, così come anche da voci importanti della cultura italiana.

Flash mob che ha coinvolto il Comitato del Caminaccio, il Comitato delle Stadio, il Movimento dello Sconforto Generale e cittadini che si attivano, che vogliono partecipare perché forse tornare a partecipare da parte di tutti noi cittadini potrà aiutare a preservare il nostro territorio e a non lasciare sola l’amministrazione che potrebbe dimenticare chi sta servendo e quale sia la sua funzione.

Insieme siamo certi sia possibile ed è per questo che ricordiamo il Consiglio Comunale di lunedì sera (seconda convocazione ore 19.30), consiglio in cui si discuteranno mozione e interrogazioni per l’antenna del Caminaccio e quella dello Stadio dove anche si sta vivendo una situazione di grave disagio per le antenne posizionate al campo sportivo dove giocano i bambini, ancora una volta scelte sbagliate che ricadono su di loro e non solo. Condividendo le stesse problematiche e gli stessi valori il Comitato del Caminaccio e il neo costituito Comitato dello Stadio agiranno con azioni concertate e coordinate per la difesa dei diritti di molti cittadini che ci hanno chiesto di essere rappresentati.

Allora tutti insieme per dire: Ci siamo! Ci vediamo lunedì.

Antenna

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*