Antenne Assisi, Amministrazione Comunale non collabora, cittadini esasperati

Antenne ad Assisi, non si gioca con la salute dei cittadini

Antenne Assisi, Amministrazione Comunale non collabora, cittadini esasperati
I cittadini della Zona Stadio, zona molto popolosa di Santa Maria degli Angeli, si sono visti spuntare questa maestosa antenna a pochi metri dalle abitazioni

dal Comitato Zona Stadio
Dopo gli eventi del Caminaccio rimane forte preoccupazione e forte delusione tra i cittadini del Comitato Zona Stadio.

Anche oggi erano presenti in cantiere tecnici della Telecom che provvedevamo al cablaggio di alcune parti dell’antenna.

I cittadini della Zona Stadio, zona molto popolosa di Santa Maria degli Angeli, si sono visti spuntare questa maestosa antenna a pochi metri dalle abitazioni, la prima abitazione dista circa 68 metri, in poche ore e sono sconcertati per il fatto di non essere stati informati dall’Amministrazione comunale su un tema così sensibile.

Non capiamo come in una città così prestigiosa, Patrimonio mondiale dell’ Unesco, a soli 400 metri dalla Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli , nella zona sottostante ad Assisi la sovraintendenza abbia potuto rilasciare un permesso per l’istallazione di una seconda Stazione radio base distante soli 100 metri da una preesistente.

Ci meravigliamo del fatto che la società calcistica non si sia resa conto dell’imminente installazione nel proprio campo sportivo di una seconda Stazione Radio Base per le telecomunicazioni e che, se invece ne era informata, non abbia avuto una politica di trasparenza con i genitori dei bambini che tutti i giorni giocano in quel campo.

I cittadini hanno subito cercato di comunicare con il comune , consapevoli che anche se ci sono scelte pregresse , si può arrivare ad una soluzione per delocalizzare l’antenna in una zona piu’ lontano dal centro abitato.

Invece ora solo tanta delusione da un Amministrazione che a distanza di 24 ore non mantiene le promesse fatte davanti ad oltre cento persone che seguivano il Consiglio Comunale di Lunedì 23 novembre nel quale il FF Sindaco di Assisi Antonio Lunghi prometteva l’immediata interruzione dei lavori e l’apertura di un tavolo di lavoro con le due compagnie telefoniche interessate.

Ci dispiace che chi ci dovrebbe rappresentare e difendere ora non fa nulla per fermare questi lavori.

Abbiamo anche pensato che forse dopo l’errore iniziale la nostra Amministrazione aveva intrapreso delle azioni per porre rimedio agli errori fatti invece è arrivata l’ ulteriore conferma che il comune non vuole collaborare.

Non è stato raggiunto il numero legale in terza commissione Consiliare convocata per le 14.30 del 26 novembre che aveva come punti all’ordine del giorno: la costituzione della commissione speciale sulla antenne di Via Caminaccio e Stadio, la stesura di un documento da inviare alla Giunta per la nuova localizzazione delle antenne e la valutazione di metodologie di sostegno dei comitati.

Anche oggi abbiamo cercato invano di contattare il FF Sindaco di Assisi Antonio lunghi che è stato irreperibile telefonicamente per l’intera giornata.

Cosa dobbiamo pensare, cosa possiamo fare?

A questo punto non ci resta che sperare negli incontri della prossima settimana dove il FF sindaco di Assisi Antonio Lunghi e la giunta incontreranno le due compagnie telefoniche per trovare la migliore delocalizzazione per le antenne in questione.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*