Antonio Amori, FrecciaRossa non poteva fare una fermata ad Assisi?

ci farà una carezzina e ci darà "il contentino" una fermata a Perugia alle 5 del mattino

Antonio Amori, FrecciaRossa non poteva fare una fermata ad Assisi?

Antonio Amori, FrecciaRossa non poteva fare una fermata ad Assisi

Il FrecciaRossa leggo che ci farà una carezzina e ci darà “il contentino”… una fermata a Perugia alle 5 di mattina! Ok capisco che un treno ad alta velocità deve fare pochissime fermate, ma almeno una fermata ad Assisi città simbolo dell’Umbria, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo per il grandissimo patrimonio artistico nonché città Natale di San Francesco simbolo nel mondo di amore, pace e natura e di cui anche il Papa ne ha onorato la persona facendosi chiamare “Papa Francesco I”… una fermata ad Assisi si poteva fare.

….ma non tanto per l’indotto che poteva creare a livello turistico per la città, ma perché inserire il nome di Assisi poteva essere una occasione unica, un segnale forte di rinascita per tutta l’Umbria, unica Regione in Italia con segno negativo di crescita, penalizzata oltre che dalla crisi nazionale, da terremoti che l’hanno solo sfiorata e penalizzata da collegamenti disgraziati.

Credo che 120 secondi di fermata ad Assisi avrebbe dato un valore aggiunto al TestaRossa e nello stesso tempo un valore aggiunto per la nostra Regione, un simbolo di rinascita per le città d’arte che sono la spina dorsale economica dell’ Umbria.

Print Friendly, PDF & Email

7 Commenti

  1. Caro antonio….come hai detto tu questa barzelletta del frecciarossa alle 5 di mattina a Perugia è un contentino politico che il governo ha fatto momentaneamente alla Regione umbria in attesa delle prossime elezioni politiche ( in questi mesi tutti prometteranno)….il fatto che non fermi ad Assisi ci fa capire quanto contiamo ormai politicamente sia a Perugia che a Roma……ZERO!!!!!

  2. Non parte da Assisi (e non dovrebbe partire nemmeno da PG) perché l’infrastruttura è ancora quella che ha costruito lo Stato Pontificio nel 1850. In Umbria non esiste nessuna tratta dove il transito di un treno ad Alta Velocità abbia senso, il Freccia Rossa che va da Assisi a Arezzo è come una Formula 1 usata su una mulattiera! Direi che prima di fare questi proclami sarebbe il caso di impegnarsi a migliorare le strutture ferroviarie.

  3. Caro mah per fortuna ci ha spiegato Lei il perché!!!! È chiaro ai più (ma non a Lei a quanto sembra)che per “fermata”ad Assisi intendavamo che partisse da Assisi…..chiedo scusa se ho sopravvalutato

  4. Credo di aver interpretato l’articolo in modo corretto dato che nello stesso si afferma: “Ok capisco che un treno ad alta velocità deve fare pochissime fermate, ma almeno una fermata ad Assisi città simbolo dell’Umbria”. Per ciòche riguarda il suo scritto, caro sig. Luca Neri, dalla sua risposta, non sembra che abbia compreso appieno sia la natura dell’articolo stesso, sia l’organizzazione del tragitto, poichè non sottolineare questo fatto, rende l’informazione monca e tendenziosa, ma di questo non ne avevamo dubbi, visti i suoi interventi in questo blog.

  5. sono felice caro mah che Lei legga i miei interventi…significa che suscitano interesse e colgono nel segno…grazie ancora…continui a seguirmi…ne vedremo e commenteremo delle belle nei prossimi mesi…buona giornata

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*