Doppio appuntamento il 20 luglio con Assisi Suono Sacro

Doppio appuntamento il 20 luglio con Assisi Suono Sacro: al mattino alle 10.00, presso la Sala Ex Pinacoteca di Assisi, in programma il convegno dal titolo Per un Suono Povero: tempio musica spazio, un intenso momento di riflessione alla ricerca di un suono e di un’estetica in grado di cimentarsi nelle parole del sacro e di parlare al mondo attraverso la musica.
Interverranno: Padre Maurizio Verde, Stefano Ragni, Stefano Graziano, Matteo Silva, Pier Maurizio Della Porta, Orlando Jacinto Garcia, Stefano Valente, Michele Bianchi e lo stesso Ceccomori. In questa occasione verrà presentato il Manifesto per un Suono Povero scritto appositamente da Michele Bianchi e Stefano Valente. Ad ideale chiusura della giornata di studio, presso la Sala San Gregorio di Assisi alle ore 21.00, un interessante concerto di improvvisazione di Andrea Ceccomori e Fabrizio Ottaviucci dal titolo Kenosis: sentieri sacri di spoliazione.

Esattamente come San Francesco si denudò per arrivare in profondità, cosi il progetto musicale viene spogliato di sé stesso per fare spazio ad una ispirazione più profonda. A corredo la visione in anteprima mondiale delle opere di Rossella Vasta dedicate proprio alla Kenosis ed un’installazione del tutto particolare di Claudio Maccari, scultore pittore interior decoratore designer, ideata in collaborazione con Adagio Art Agency di Daniela Canè: una scultura e al contempo un profumo. O meglio: è un profumo fino a che non lo utilizzi, per cui chi cerca l’opera d’arte non deve consumarlo. Chi cerca, invece, il profumo, perde l’opera d’arte. Un’istallazione, quindi, che mette di fronte ad una vera e propria scelta estetica. La rosa è, ovviamente, di ispirazione francescana: San Francesco aveva un proprio roseto dove secondo una tradizione, i rovi a contatto con il suo corpo si trasformavano in rose senza spine, le quali ancora oggi continuano a fiorire solo nella Porziuncola di S. Maria degli Angeli.
L’iniziativa nasce dalla creatività di Adagio Art Agency ed è stata pensata per il format I cinque sensi dell’arte progettato espressamente per Assisi Suono Sacro 2014.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*