Assessore Morosi, Assisi, gestione mense scolastiche: “Circa 40 mila euro di risparmio”

La Giunta Comunale della Città di Assisi, su proposta dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Serena Morosi, ha disposto la rinegoziazione dell’attuale contratto riguardante la gestione del servizio di refezione scolastica con la Soc. Cop. Gemos, conseguendo un risparmio complessivo pari a circa 40.000 €. Il provvedimento, finalizzato a non aumentare le tariffe delle mense (rimaste invariate da circa dieci anni, nonostante le spese quasi raddoppiate da parte dell’Amministrazione Comunale), si pone in piena sintonia con la normativa statale in materia di spending review. Garantendo la qualità del servizio, si è convenuto nel ridurre i costi di gestione attraverso l’accorpamento dei centri di cottura che, a partire dall’anno scolastico 2014/2015, passeranno da sette a quattro.

Ad essere interessate dalla soppressione saranno le cucine delle scuole primarie di Torchiagina e Tordandrea e quella della scuola d’infanzia di Rivotorto. Tale ottimizzazione, oltre a consentire un notevole risparmio energetico permetterà il recupero di spazi che potranno tornare utili per le crescenti necessità delle scuole, stante le più volte segnalate esigenze di ampliamento.

Altro accorgimento sul quale si è convenuto di intervenire è l’utilizzo dell’acqua della rete pubblica, ritenuta di ottima qualità e costantemente sottoposta a controlli: questa scelta contribuirà anche alla sensibilizzazione in materia ambientale per i giovani utenti e le loro famiglie (non ci saranno più bottiglie di plastica da smaltire). Infine, in considerazione della continua riduzione dei trasferimenti statali, l’Amministrazione Comunale della Città di Assisi intende proseguire sulla linea dei tagli alla spesa, al fine di mantenere invariate, anche nel prossimo anno, le tariffe dei servizi pubblici. Serena Morosi_Assessore alla Pubblica Istruzione*

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*