Assisi al centro della Giornata della Memoria

v

Assisi al centro della giornata della memoria
In sinergia con l’Ambasciata di Israele visita al ghetto, al museo ebraico e alla Sinagoga di Roma

Sempre ricco il calendario delle iniziative che anche quest’anno sono state organizzate per ricordare la Shoah dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e dal Comune di Assisi in collaborazione con il Museo della Memoria e l’Opera Casa Papa Giovanni; l’Associazione Italia Israele Perugia; il Gariwo la Foresta dei Giusti; e con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale per l’Umbria.

Il programma prevede una serie di appuntamenti che vanno oltre la singola giornata internazionale della Memoria del 27 gennaio e che a partire da sabato 23 gennaio si protraggono fino a domenica 6 marzo, Giornata europea dei Giusti.

Ci saranno iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessioni per commemorare le vittime dell’Olocausto e per non dimenticare quanto la città fece negli anni ’43-’44 per permettere il salvataggio di oltre 300 ebrei che furono nascosti anche in conventi e monasteri di clausura.

Si comincia sabato 23 gennaio con un itinerario alla scoperta di alcuni luoghi dove si rifugiarono gli sfollati e precisamente nei monasteri di san Quirico e di san Giuseppe delle Benedettine con ritrovo alle ore 15 in piazza Vescovado; lunedì 25 alle ore 16 nella sala della Conciliazione ci sarà la proiezione del documentario: “Assisi 1943-1944, testimoni per una memoria del bene”.

Dopo la visione ci sarà la testimonianza di Vitale Fano nipote di Guido Alberto Fano, compositore e musicista, rifugiato in Assisi nel monastero delle Colettine francesi. Mercoledì 27 “Museo della Memoria a porte aperte”: dalle ore 10 sarà possibile partecipare alle visite guidate alla mostra allestita dall’Opera Casa Papa Giovanni al primo piano della Pinacoteca comunale in via San Francesco 12.

Una mostra unica in Umbria perché ripercorre, attraverso scritti, foto, documenti ed oggetti, l’opera di salvezza portata a termine dalla rete clandestina che faceva capo al vescovo monsignor Placido Nicolini e al suo più stretto collaboratore don Aldo Brunacci.

Novità di quest’anno è la visita guidata al Ghetto, al museo ebraico e alla Sinagoga di Roma curata dall’Ambasciata d’Israele presso la Santa Sede che si svolgerà il 28 febbraio. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare la Curia vescovile di Assisi allo 075.812483 (dalle 10 alle 12) oppure inviando una mail all’indirizzo curiadiocesana@diocesiassisi.it.

Nel mese di marzo gli appuntamenti sono due, uno sabato 5 alle ore 18 nella sala della Spoliazione della Curia vescovile per il concerto per la Memoria a cura di AssisIncanto Chorus e l’altro per la “Giornata europea dei giusti” domenica 6 alle ore 10 nel cortile della Curia per la visita al Vescovado e al “Giardino dei giusti di Assisi” guidata dallo stesso vescovo monsignor Domenico Sorrentino.

Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*