Assisi, cattedrale di San Rufino, Celebrazione delle Ceneri

ASSISI – “La conversione comunitaria richiede la conversione personale”, così il vescovo monsignor Domenico Sorrentino celebrando il mercoledì delle ceneri nella cattedrale di San Rufino ha proposto l’inizio del tempo di quaresima con un invito alla “trasformazione del cuore mediante la misericordia. La misericordia – ha indicato il vescovo – è l’esperienza fondamentale per il cammino che va dalla quaresima alla Pasqua. La penitenza è un’esperienza importante per il cuore perché ci riconduce all’esperienza della misericordia che Dio ha per noi. Per raggiungere il suo scopo, la penitenza non deve essere triste o seriosa. La sua verità interna, come ricorda Papa Francesco, è la gioia. Non si tratta di chiudere le “mura materiali” per ritirarsi a pregare nel segreto. Occorre “chiudere le porte dell’egoismo, dell’orgoglio”.
Alla fine della celebrazione, svolta in un clima davvero partecipato, il vescovo ha ringraziato i ragazzi dell’Istituto Serafico che “ogni anno ci rallegrano con la loro presenza”. Ha ringraziato inoltre le persone che hanno pregato per la recente visita missionaria della diocesi a Javarì.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*