Unipegaso

Assisi, sul centro studi sul Turismo solo strumentalizzazioni che danneggiano l’immagine

Alcuni consiglieri continuano, solo per motivi di opposizione politica – cita il Sindaco Claudio Ricci – , a “ledere l’immagine del centro studi sul turismo” (e, per questo, ci auguriamo che gli amministratori della struttura procedano con la richiesta di risarcimento danni) invece di collaborare alla valorizzazione di una struttura importante per Assisi.

In questi anni gli amministratori del centro studi sul turismo hanno recuperato il 50% circa di quanto é venuto a mancare da quando l’Università (precedente Rettore Francesco Bistoni) é uscita dal centro studi (togliendo i contributi che rappresentavano la quasi totalità del bilancio). Ora, con la diminuzione del personale (e la conseguente diminuzione dei costi fissi) nonché l’ingresso di nuovi soci, si sta proseguendo nel risanamento che dovrebbe portare a risultati apprezzabili nei prossimi 12/18mesi.

L’opposizione si é comportata in modo “strumentale” anche per la vicenda dell’Università che, invece, si é conclusa bene (il 12 settembre saranno presentati i nuovi corsi di laurea in economia del turismo e le attività sia presso la sede di Santa Maria degli Angeli che in Assisi Palazzo Barnabei): quando il centro studi sarà risanato (senza costi per i cittadini in quanto il Comune si limita a pagare la quota associativa e a svolgere azioni si sostegno) i cittadini certamente si ricorderanno di chi ha lavorato per Assisi mentre i soliti “si impegnavano nel vano tentativo di distruggere” (solo per informazione il Sindaco Claudio Ricci ha rappresentato il Comune – come doveroso – in Assemblea del centro studi ma non ha esercitato il ruolo di presidente, o direttore o amministratore come si vorrebbe far intendere nell’articolo: ovviamente per questo si procederà con tutte le tutele previste dalla legge sino ad ulteriore richiesta si risarcimento).

Per la richiesta, con la mozione, di un Consiglio Comunale aperto é solo strumentale (il Sindaco non la voterà) in quanto già tali argomentazioni sono state già trattate in numerose risposte ad interpellanze e i bilanci del centro studi sono pubblici.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*