Assisi, dalla Fondazione PerugiAssisi nasce il Progetto Italia 2019

La candidatura di Perugia, con i luoghi di Francesco d’Assisi e dell’Umbria va avanti “con ampia operatività tecnica” (l’unica cosa che, alla fine, sarà decisiva), cita il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, ed anzi si arricchisce, grazie a CIDAC Città d’Arte e Cultura italiane (presidente Andrea Cernicchi) e ANCI Comuni Italiani (presidente Piero Fassino), con il progetto internazionale Italia 2019 (foto, l’annuncio sul Corriere della Sera di oggi).

Proprio la fondazione PerugiAssisi 2019 (costituita dai Comuni di Perugia e Assisi Sindaci Wladimiro Boccali e Claudio Ricci nonché dalla Regione Umbria presidente Catiuscia Marini), presieduta dal Prof. Bruno Bracalente, ideò il progetto Italia 2019, utilizzando la “rete” di tutte le città candidate, per la promozione dell’Italia, nel 2019, a fini culturali e turistici (su questa ipotesi si sta sviluppando una iniziativa legislativa del Parlamento che dovrebbe prevedere adeguate risorse).

Perugia, Assisi e le città dell’Umbria sono nella “finale a sei” (delle ventuno candidate iniziali) ma già sono stati raggiunti due importanti obiettivi: far parte, da proponenti, del programma Italia 2019 (nel quadro della “scia positiva” di Expo 2015) e poter utilizzare i progetti, contenuti nel dossier di candidatura, per le richieste di finanziamenti nei fondi strutturali dell’Unione Europea (2014/2020).

Diventare capitali europee delle cultura (entro novembre ci sarà l’esito finale), con gli oltre 140 fra comuni umbri, istituzioni, associazioni e soggetti privati (aderenti alla fondazione PerugiAssisi 2019) sarebbe un “fatto storico determinante” per lo sviluppo, socio economico e culturale, della Regione nei prossimi dieci anni (anche in termini di nuove opportunità e posti di lavoro).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*