Assisi, “Disco Verde”, per la Cultura e la Raccolta Differenziata

ASSISI – Il 16 aprile (ore 17) presso Palazzo Monte Frumentario si aprirà la mostra (sino al 10 settembre), in occasione dei venticinque anni dalla caduta del muro di Berlino (sarà presente, all’inaugurazione, anche l’ambasciatore di Germania in Italia), costituita da 48 grandi frammenti originali decorati artisticamente da 48 artisti di rilevo internazionale. Una nuova, importante, iniziativa che continua la promozione culturale del turismo in “contenitori storici” restaurati e dotati di tutte le tecnologia impiantistiche, di condizionamento e sicurezza (peraltro a luglio verrà inaugurato il nuovo Pala Eventi Assisi, vicino al teatro Lyrick, che potrà ospitare eventi culturali, sportivi, incontri e fiere sino a 3000 persone).

Sul tema dei rifiuti il Sindaco Claudio Ricci sottolinea, ringraziando il Vice Sindaco Antonio Lunghi, gli uffici comunali e la società di gestione, l’ottimo risultato nella raccolta differenziata che, tendenzialmente, si sta attestando al 52% (percentuale più che doppia rispetto al dato iniziale: entro la fine della Consigliatura l’obiettivo è il 65% richiesto dalla normativa). Un “deciso miglioramento”, con un servizio che si sta estendendo a tutto il territorio, il cui dato é importante perché ottenuto in un territorio molto ampio (oltre 187 Km quadrati) con aggregati urbani eterogenei, piccoli e diffusi (elemento, questo, che rende più difficile il raggiungimento della percentuale ottimale). Nel quadro regionale la prospettiva potrebbe essere, anche per diminuire le tariffe per i cittadini, la trasformazione di ciò che non si differenzia (rifiuto indifferenziato) in energia (con micro impianti di smaltimento ogni 40/50.000 persone: in ipotesi come i residenti di Assisi e Bastia Umbra) sul modello di esperienze in al une città europee.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*