Assisi, “E’ necessaria una vera conversione pastorale”

Ad Assisi nasce la “Casa della Misericordia”

ASSISI – “Mi aspetto che questo sinodo produca una vera conversione pastorale nella direzione indicata da Papa Francesco per una Chiesa che si davvero gioiosa e missionaria”. E’ questo l’auspicio del vescovo della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino monsignor Domenico Sorrentino a due giorni dall’avvio operativo del cammino sinodale con la prima sessione plenaria che si terrà venerdì 9 gennaio a partire dalle ore 18 alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli.

Il primo, degli otto incontri che caratterizzeranno il percorso sinodale, è dedicato al tema: “Pastorale santuariale ed evangelizzazione” che racchiude una serie di interrogativi e di questioni a cui la Chiesa diocesana cercherà di dare risposte partendo dagli inviti di Papa Francesco nell’Evangelii Gaudium, della Conferenza episcopale italiana, del magistero del vescovo Sorrentino.

L’argomento, così come previsto dal regolamento, sarà brevemente presentato da padre Mauro Gambetti, custode del Sacro convento e presidente della commissione incaricata di studiarlo.

A quel punto i sinodali discuteranno il tema sulla base di mozioni presentate dalla commissione stessa, con libere proposte di emendamenti, integrazioni e modifiche.

Per la chiesa di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino si tratta di un momento fondamentale perché, attraverso questo percorso avviato negli anni precedenti con la consultazione di base, la diocesi cerca la via più appropriata di un’autentica testimonianza cristiana per adeguarsi ai cambiamenti intervenuti nella società e nella Chiesa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*