Assisi, Giorgio Bartolini: “Aumentate tariffe parcheggi e check point autobus”

Giorgio Bartolini ad Assisi è preferito come sindaco
GIORGIO BARTOLINI

La prima sorpresa pasquale in Assisi è l’aumento di oltre il 20% delle tariffe dei parcheggi e dei check point, eufemisticamente chiamato dall’amministrazione Ricci “rimodulazione”. Poi, purtroppo, arriveranno i nuovi aumenti delle tariffe della nettezza urbana (TARI) e dell’imposta sui fabbricati (TASI). Infatti con le delibere del Gennaio e Marzo del 2014 il Comune di Assisi per far cassa ha fatto il contrario di quanto da sempre sbandierato: “Non aumenteremo le tariffe dei parcheggi”. Addirittura, una delle tante promesse elettorali, era “diminuiremo le tariffe dei parcheggi”. Le due delibere, furbescamente portano una diminuzione delle tariffe nei mesi di Gennaio e Febbraio, quando non c’è turismo, per cui in questi mesi gli incassi poco cambiano, e un aumento consistente nei mesi di flusso turistico.

Ciò farà la felicità del partito della spesa che vanta numerosi amministratori e porterà come indicato nel bilancio di previsione 2014, una maggiore entrata per il Comune di oltre 200.000 euro pari ad un più 20% rispetto agli incassi usuali annuali. Per di più, un altro importo andrà a beneficio delle società di gestione. Naturalmente meno contenti saranno gli utenti, turisti e non, che vedranno applicate in alcuni periodi dell’anno tariffe più alte di quelle di Perugia e di Foligno. Infatti per la prima ora di sosta si dovrà pagare in Assisi 1,75 euro, così come per tutte le ore successive, invece a Perugia si paga 1,60 euro per la prima ora, mentre per le zone commerciali, per i primi venti minuti solo 10 centesimi e, per le successive ore, importi sempre decrescenti. A Foligno 1,2 euro per la prima ora e 80 centesimi per le successive. Il check point passa da 77 a 88 euro per il primo giorno, da 38 a 46 euro per il secondo, e per i successivi da 19 a 22 euro. E fortuna che il Sindaco aveva detto, dice, e continuerà a dire che il Comune di Assisi “non aumenta né tasse né tariffe”!

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*