Assisi, Giorno della Memoria, Vescovo e Sindaco ricordano

ASSISI – Il Vescovo Mons. Domenico Sorrentino e il Sindaco Claudio Ricci hanno ricordato, nel pomeriggio, presso il Vescovado (sala della Spoliazione) il giorno della Memoria (27 gennaio) della tragedia degli Ebrei (Shoah). L’iniziativa, che fa parte di un ampio programma (dedicato da Comune e Diocesi al giorno della Memoria con iniziative a cura dell’Ufficio ONU UNESCO e dell’Ufficio Scuole Assessore Francesco Mignani), includeva un programma musicale di Assisincanto Chorus (direttore Lucio Sambuco e organista Carlo Abbati), intervallato da letture, con la realizzazione, nel pomeriggio, di un’opera artistica (Foto), a cura di Daniele Buschi, che sarà donata al Museo della Memoria di Assisi (a Palazzo Vallemani curato, per la realizzazione e promozione, da Marina Rosati).

Assisi, negli anni 1943/44, fu un luogo di accoglienza degli Ebrei e tutti i rifugiati vennero salvati con gesti di ampia generosità che hanno portato ben 7 persone (fra cui religiosi e religiose) che operarono in Assisi ad essere proclamate “giusti fra le nazioni” (ad Assisi, per questi fatti, é stata attribuita la medaglia d’oro al Merito Civile). Il Comune di Assisi dopo il giorno della Memoria celebrerà, il 10 febbraio, anche il giorno del Ricordo della tragedia delle Foibe per contribuire alla diffusione della cultura del rispetto, della dignità e della sacralità di ogni persona.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*