Assisi, il Consiglio Comunale Approva il Nuovo Piano Regolatore Generale

FOTO-kataweb.it

Il Consiglio Comunale, oggi pomeriggio, ha approvato “in adozione” il nuovo PRG Piano Regolatore Generale “parte operativa” (dopo che era stato, nei mesi scorsi, approvato in via definitiva il PRG “parte strutturale” con l’Assessore Moreno Fortini) dopo le relazioni del Sindaco Claudio Ricci, dell’Assessore all’Urbanistica Monia Falaschi, del Presidente della Prima Commissione urbanistica Rino Freddii e dell’Architetto Paolo Ghirelli (con la gratitudine all’Ing. Stefano Nodessi Proietti coadiuvato dagli uffici e dal Geom. Luca Pastorelli; consulente generale Prof. Arch. Alberto Cecchetto e per la parte dei centri storici e del paesaggio Prof. Arch. Paola Falini). Sono intervenuti a sostegno anche i Capi Gruppo Luigi Marini, Luigi Tardioli nonché il Vice Sindaco Antonio Lunghi e numerosi Consiglieri (unitamente al Presidente Patrizia Buini).

Il Sindaco Claudio Ricci “sottolinea” che si tratta di un “fatto storico per lo sviluppo del territorio” (il PRG adottato sarà approvato, in via definita, alla fine del 2015) capace di “tutelare il paesaggio”, semplificare e garantire uno “sviluppo armonico” per adattarsi in modo flessibile alle esigenze di famiglie, imprese e attività (creando un “efficace strumento” di sviluppo per far nascere “nuovi posti di lavoro” e opportunità).

Ora, dopo la pubblicazione, entro due mesi, si potranno presentare le osservazioni al fine di “disegnare in modo adeguato” lo strumento che immette in questo “primo operativo” il 50% delle risorse disponibili (rispetto a quelle pianificate nel PRG parte strutturale). Nel quadro dell’analisi delle osservazioni occorrerà tenere conto del parere della VAS Valutazione Ambientale Strategica.

Il nuovo PRG operativo include fasi di “concertazione” in modo che i privati possano avere “premialità” in cambio di opere da realizzare per il pubblico (con benefici e risparmio per il Comune e i cittadini).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*