Assisi, il sindaco ha celebrato tre matrimoni, “Gesto Simbolico” per ricordare il valore della famiglia naturale

Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci ha celebrato in mattinata tre matrimoni civili come “dovere istituzionale e gesto simbolico” verso la famiglia “naturalmente costituita” (con matrimonio civile o religioso) di un uomo e una donna con il dovere di “istruire, educare e assistere i figli” (articolo 147 Codice Civile). Il valore della “famiglia naturale” è stato anche recentemente ricordato dal Consiglio Comunale con l’approvazione di una “mozione” (presentata dal Consigliere Luigi Marini che “ringraziamo ampiamente”).

Rispetto alla “concessione di suolo pubblico e patrocinio”, (oggetto di commenti) alle associazioni che “chiedono diritti per tutte le persone anche quelle che non condividono il modello di famiglia naturale” si precisa (i commenti letti “non rispondono ai fatti”) che il patrocinio “è stato concesso per i soli effetti di legge” ed è preceduto (bastava acquisirne una copia) da oltre dieci righe nelle quali, in premessa, si ribadisce il “valore della famiglia naturale formata da un uomo, una donna e i figli” (nei mesi in cui abbiamo affrontato, critiche di rilevo nazionale per difendere la famiglia naturale, non abbiamo rilevato “pari prese di posizione”). Peraltro “nessuna manifestazione è stata autorizzata” ma solo un punto informativo sui diritti.

Riteniamo, comunque, che ci debba essere (come espresso dalla mozione approvata dal Consiglio Comunale) il “rispetto per tutte le opinioni” (anche diverse) e la comprensione per “i diritti delle persone” (Gesù Cristo e Francesco hanno manifestato sempre comprensione per tutti).

Occorre, soprattutto oggi, evitare conflitti e percorrere, per quanto possibile, le “difficili strade del dialogo”.

La Serafica città ha dimostrato “civiltà e rispetto”: mentre il Sindaco Claudio Ricci ha “celebrato simbolicamente tre matrimoni civili” (per ricordare il valore della famiglia naturale composta da uomo, donna e figli) è stato consentito in piazza del Comune di informare sui “diritti delle persone” anche per coloro che prospettano un altro modello di famiglia.

Opinioni “molto diverse” ma entrambe espresse con “reciproco rispetto” e, peraltro, in piazza del Comune (nel pomeriggio) tutto si è svolto in “modo corretto e ineccepibile” (fonti comando dei Vigili Urbani) senza alcuna manifestazione ma solo, come nella concessione di suolo pubblico e patrocinio, svolgendo una “azione informativa sui diritti per tutte le persone”.

Il Consiglio Comunale di Assisi (su proposta dal Consigliere Luigi Marini) ha approvato una “mozione a tutela della “famiglia naturale” (che il Sindaco ha ribadito anche a livello nazionale) ma nel “rispetto di tutte le opinioni diverse e di tutti i diritti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*