Unipegaso

Assisi in materia di politiche abitative e di diritto alla casa

Assisi, rendiconto di Bilancio 2015, ecco i numeri

Il 27 febbraio 2015 è stato sottoscritto dalle più importanti associazioni di categoria dei proprietari e degli inquilini il Canone Concordato per le Locazioni. In base al documento sono previsti benefici e rilevanti sgravi fiscali per le singole persone, le famiglie e gli studenti universitari. Sunia, Sicet Cisl, Uniat Uil e Unione inquilini tra le organizzazioni dei conduttori e Confedilizia per la proprietà edilizia hanno firmato l’Accordo. Il contratto tutela e agevola locatore e locatario. Sul fronte IMU l’aliquota prevista è posta a quota 0,50 (anziché 0,86) ed è estesa a tutti i tipi di affitto. Rimarrà invariata anche nel caso in cui vi siano più immobili da affittare. Sul sito istituzionale della Città di Assisi, in home page, è possibile scaricare il testo dell’accordo, gli allegati per la contrattualistica, la piantina con lo zoning relativo ed un Vademecum sulle agevolazioni. Per Assisi, primo Comune tra i 58 individuati dal decreto della presidenza del Consiglio ad avere questo tipo di canone, una buonissima notizia. I cittadini interessati potranno accedere alle agevolazioni e sia il canone che il peso fiscale complessivo verrà notevolmente abbattuto. In molti casi si tratta della metà dei costi da costi sostenere, quindi un traguardo davvero importante. Il ringraziamento va alla Confedilizia (Armando Fronduti), al Sunia (Cristina Piastrelli), alla Sicet Cisl (Andrea Bigotti), alla Uniat Uil (Angelo Garofalo), all’Unione inquilini (Aurel Ribac) che hanno reso attuabile il canone concordato. Arch. Antonio Lunghi Avv. Monia Falaschi

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*