Assisi, l’impegno solidale della città

assisi
Teatro Lyrick

Assisi, l’impegno solidale della città
Prossimo appuntamento in programma all’insegna della Solidarietà,è per sabato 6 alle ore 21

da Serena Morosi (Assessore alle Politiche Sociali) – La prima edizione del Festival Internazionale della Felicità, attraverso le tante iniziative in programma, ha voluto rappresentare un grande appuntamento con la nostra parte di felicità, all’insegna dell’intrattenimento impegnato, della riflessione consapevole, della “letizia” della quale ha parlato anche San Francesco, sempre nell’ottica del valore della Solidarietà, di cui oggi più che mai si avverte un bisogno crescente.

In Collaborazione con ROUND TABLE e ROUND TABLE PERUGIA, infatti, ogni evento inserito nel Festival ha rappresentato un’occasione per raccogliere fondi da devolvere ad Associazioni, Fondazioni, Istituti coinvolti nella prima edizione della Kermesse estiva della Città di Assisi.

Anche il Carnevale è stata occasione di impegno solidale: su proposta dell’Associazione “Se’ de j’Angeli se…”, in collaborazione con la Pro Loco locale, i Priori Serventi 2016, i Priori Serventi 2017, I Rioni de j’Angeli, il PalaEVENTI ha visto la presenza di tantissimi adulti e bambini, tutti insieme a sostegno dell’Associazione di Volontariato per le cure palliative “Con Noi” onlus.

Prossimo appuntamento in programma all’insegna della Solidarietà, ancora una volta con la collaborazione e il sostegno dalla Città di Assisi, è per sabato 6 alle ore 21 presso il Teatro Lyrick, con il “Galà del Musical” a cura della Compagnia “Innuendo” e con la straordinaria partecipazione del Maestro Stefano Zavattoni.

Il ricavato della serata andrà a sostegno delle Associazioni “Punto Rosa” onlus e “Il Giunco” onlus, promotrici ed organizzatrici dell’evento.

Consapevole che il ricavato di queste iniziative non è sufficiente ad esprimere l’infinita gratitudine per la straordinaria specificità di Ciascuna Associazione, per l’impegno profuso attraverso il servizio e la partecipazione attiva alle problematiche che affliggono le nostre comunità, riuscendo attraverso il Volontariato organizzato ad offrire risposte a quei bisogni che spesso le politiche sociali pubbliche non riescono a soddisfare, desidero rivolgere un sentito plauso ai Promotori dell’iniziativa carnascialesca e di quella che potremo apprezzare sabato prossimo al Lyrick, e a quanti si impegnano al fine di sensibilizzare in merito a tematiche che purtroppo lasciano indifferenti ancora troppe persone: assistiamo infatti ad una crisi preoccupante, quella legata alla carenza di valori, che determina il vero impoverimento della vita al di là della sfera economica.

Solo rinnovando eticamente le relazioni, riscoprendo un’esistenza fondata sull’essere e non sull’apparire, potenziando i valori umani condivisi, quali il rispetto, l’ascolto, l’empatia, e soprattutto la Solidarietà, possiamo crescere come Singoli e come Comunità, in assonanza con lo Spirito di Assisi, di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario.

Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*