Assisi, ”No More Walls No More Wars” 48 Frammenti del muro di Berlino

(assisoggi.it.) ASSISI – In occasione del 25esimo anniversario della caduta del muro di Berlino, la città di Assisi, capitale del dialogo e della pace tra i Popoli, ha promosso un evento espositivo che, oltre al significato artistico/culturale, vuole proporre una visibile testimonianza di quella tragica situazione storica. Quarantotto artisti di fama internazionale hanno impresso la loro interpretazione dell’angoscia della segregazione e del valore della Libertà su blocchi del muro di Berlino che, smantellati, sono stati usati quali base per nuove e significative creazioni. Collezionati e preservati da Sylvestre Verger, sono passati alla Fondazione Guttman, proprietaria dei preziosi manufatti.

L’inaugurazione dell’evento è prevista per mercoledì 16 aprile, ore 17.00, in Assisi, presso il Palazzo Monte Frumentario, via San Francesco. “La città di Assisi che, insieme a Perugia e l’Umbria è in finale per la candidatura a Capitale europea della Cultura,- fa notare il sindaco Ricci- potrà proseguire, anche attraverso questo evento, nel suo storico cammino di crocevia dei più importanti Valori dell’Uomo e della Società. Una importante occasione che sostiene la promozione culturale del turismo in contenitori storici restaurati, quali palazzo Monte Frumentario, ormai accreditato come sede di grandi eventi espositivi. La presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia, che taglierà il “nastro”e ricorderà la storica “caduta” del Muro, arricchisce la giornata che annovera anche la presenza dell’insigne politologo e storico Prof. Alessandro Campi, oltre al presidente della Fondazione omonima Michael Guttman”. La mostra è promossa ed organizzata dal Comune di Assisi, curata da Arte internazionale, Zeno Zoccheddu, con i patrocini di Regione Umbria, Sacro Convento di Assisi, Fondazione Perugiassi-si2019, Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, e la collaborazione di Fondazione Cassa Risparmio Perugia, SABA parcheggi, Giotto Hotel. Nelle foto: pezzi di muro di Berlino della mostra in allestimento a palazzo Monte Frumentario ESPOSIZIONE degli artisti: – CARLA ACCARDI – JOHN M. ARMLEDER – ARMAN – JUAN ARTIGAS – GRISHA BRUSKIN – ERIK BULATOV – DANIEL BUREN – LOUIS CANE – LUCIANO CASTELLI – KIDDY CITNY – EDUARDO CHILIDA – FRANCOIS CRABIT – ALI ELVIS – LUDVIC FELLER – GERARD FROMANGèR – GOTFRIED HELNWEIN – ARTHUR HUBBARD – JEON SOO – CHEON – ISAO – ILYA KABAKOV – YANN KERSALE’ – PETER KLASEN – ROLF KNIE – ROLF KONIG – CHRISTIAN VALLEE’ KRIKI – SOL LEWITT – RICHARD LONG – ROBERT LONGO – NINO LONGOBARDI – DAVID MACH – WILLIAM MACKANDREE – OLIVIER MOSSET – THIERRY NOIR – DENNIS OPPENHEIM – BERNARD PAGES – MIMMO PALADINO – GUY ROUSSILLE – EVELYN SCHREIER – DAVID SMITH – ROGER SOMVILLE – ADAM STEINER – VASSILAKIS TAKIS – GREGORIOU THEODOULOS – PETER UNSIKER – VALDIMIR VELICKOVIC – THIERRY VIDE’ – BORIS ZABOROV – VADIM ZAKHAROV

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*