Assisi, Morini: “Opposizione inesistente e maggioranza che scricchiola”

Morini (Realtà Popolare): "La famiglia nella Costituzione Italiana"

Assisi, Morini: “Opposizione inesistente e maggioranza che scricchiola”
Al consiglio mancavano tutti i quattro moschettieri di FI oltre ai due consiglieri di sinistra

da Francesco Morini coordinamento comunale “Realtà popolare” Assisi – Cosicché il consiglio comunale indetto in data 29/12 per le ore 15 è saltato per mancanza del numero legale dei consiglieri. Ma mentre per l’opposizione è routine la mancanza di almeno uno dei componenti (la signora Maccabei mi è giunta voce che durante l’anno ha evaso molti dei consigli comunali in questione): e oggi mancavano tutti i quattro moschettieri di FI (lista Bartolini); oltre ai due consiglieri di sinistra (di cui uno presente ma assentatosi al momento dell’appello per far mancare appunto il numero legale in aula).

Per la maggioranza consigliare credo sia una novità o presunta tale: e quindi mancando anche i consiglieri della lista Ricci (tra cui il presidente del consiglio Comunale Buini) lascia presagire dissapori interni alla maggioranza per le vicende recenti (caso antenna Caminaccio) e per quelle che si verrebbero a creare con l’approvazione del nuovo Piano Regolatore Comunale per le frazioni assisane (Torchiagina, Petrignano, Palazzo e Tordibetto).

Quindi mi chiedo cosa sia successo visto che sembrava andare tutto per il verso giusto (con l’istituzione di un apposita commisione per il caso antenna Wind/Caminaccio): ma che già in precedenti sedute si erano verificate vicende per rallentarne i lavori.

Evidentemente sta formandosi una nuova maggioranza che non vuole venire incontro alle esigenze della cittadinanza fregandosene della dannosità o presunta pericolosità del trasmettitore in zona ad alta densità abitativa (comunque non da meno delle altre poste nel comprensorio e mai soggette a dibattiti popolari) non facendo emergere responsabilitá ormai dal passato.

Quindi mentre c’è un neo Sindaco Lunghi che bonariamente non riesce a tenere la giunta legata con polso fermo: si sta costituendo una nuova maggioranza consigliare contro le vere esigenze della cittadinanza. E di questa neo maggioranza sono tutti fautori appunto: la premiata ditta Bartolini, potrebbe avere ambigui accordi sottobanco con la lista Ricci (tra cui un consigliere Tardioli da poco passato con la lega Nord) con eventuali prossime ripercussioni sulla scelta del prossimo sindaco di Assisi?

E spettatori compiacenti dalla sinistra (mi stupisco dell’assenza del consigliere Pettirossi paladino Ambientalista PD). Credo che tutto verta sulla vicenda antenna: anche se una certa rilevanza vada anche sulla questione Piano Regolatore. Mi vogliono convincere di essere dalla parte della cittadinanza: che in vent’anni di politica territoriale molti degli schieramenti erano pro elettorato (soprattutto al momento del voto), e invece ritengo che al contrario ci sia menefreghismo e assenza totale di politiche schierate per il popolo.

La stessa signora Travicelli da ex esponente di sinistra (che non partecipò al voto all’epoca del Consiglio Comunale che approvò l’antenna in questione, essendone quindi responsabile quanto chi votò a favore ‘adesso esponenti di Comitati populistici disinformati’)): che si fece promotrice di numerose interpellanze durante recenti assemblee pubbliche; con la sua assenza odierna (a meno che tutti non fossero assenti giustificati) dimostra come ci siano ‘molti’ strani legami tra ‘molti’ esponenti in consiglio comunale.

“Queste sono questioni che ai cittadini non riguardano e che al momento del prossimo ormai imminente voto di primavera: valuteranno escludendo dalle prossime preferenze questi esponenti che tutto si interessano fuorchè degli interessi popolari e non escludo che tra loro prevalgano sempre interessi personalistici lontani da ogni logica di ‘Bene Comune’” Realtà popolare con il nuovo coordinamento di Assisi istituito intende dare voce ai cittadini in trasparenza, condividendo ogni programma su ogni questione assisana.

Escludendo precarietà di ogni compagine politica e che già da questo ultimo consiglio comunale lasciano presagire crisi croniche e non al passo con i tempi, di cui gli stessi cittadini vogliono vedere cambiamenti: in primis negli uomini e poi nelle scelte politiche.
Colgo l’occasione per rivolgere a tutti gli Assisani fino alle estreme periferie un anno pieno di positività, nella vera risoluzione di ogni problematica territoriale e su tutto un buon anno di pace, serenità e tanta salute.

Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*