Assisi, nuovo PRG, strumento di tutela e sviluppo

Assisi dall'alto

Il Sindaco Claudio Ricci ricorda che l’approvazione, in via definitiva, del nuovo Piano Regolatore Generale PRG darà al territorio comunale (molto ampio, oltre 187 Km quadrati) nuovi strumenti di tutela del paesaggio, ampie possibilità di sviluppo e, soprattutto, semplificazione e flessibilità: numerose imprese e attività, dopo l’approvazione, potranno attivare investimenti per creare nuovi posti di lavoro. Abbiamo, su questo tema, appreso molte “opinioni” (tutte, ovviamente, rispettabili), ma in Consiglio Comunale chi voterà si assumerà la responsabilità, e il merito, di sviluppare le attività socio economiche e culturali turistiche; chi non lo approverà prenderà (legittimante) una posizione diversa. Un piano regolatore (come noto) presenta una durata di 10/15 anni e quindi, visto che la variante generale è stata approvata nel 2004 (di fatto un nuovo piano tratto da quello del Prof. Giovanni Astengo), il nuovo strumento viene approvato in assonanza temporale con le nuove esigenze. Alla fine parlano i numeri e, malgrado la crisi internazionale che colpisce anche famiglie e imprese di Assisi, il territorio della serafica città “sta resistendo” con attività ancora significative, un turismo che “continua a crescere” (+6% nel 2013) e, in questo quadro, il nuovo piano regolatore aggiunge opportunità e la possibilità di accogliere potenziali ulteriori 3.500 residenti. Un ampio ringraziamento all’Assessore Moreno Fortini, ai progettisti (Prof. A. Cecchetto e P. Falini, Arch. P. Ghirelli e Ing. S. Nodessi), agli Assessori e Consiglieri per questo “storico risultato” per il Comune di Assisi (il Consiglio Comunale é previsto il 20 Febbraio).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*