Assisi Pax Mundi, musicisti in “dialogo” nei luoghi dello spirito

da Layla Cristanti
ASSISI – Oltre 400 coristi provenienti da tutta Italia e non solo. Quattro giorni di musica, nei luoghi francescani. Assisi è pronta per ospitare la prima edizione di “ASSISI: PAX MUNDI”, Rassegna Internazionale di Musica Sacra Francescana che si svolgerà dal 16 al 19 Ottobre, a seguito delle festività di San Francesco, presso i luoghi francescani assisani; l’evento è promosso e organizzato dalle Famiglie Francescane in collaborazione con la Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco. La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la Sala Stampa della Basilica. Alla presentazione erano presenti padre Maurizio Verde, padre Giuseppe Magrino e padre Antonio Maria Tofanelli che hanno spiegato la grande importanza musicale, artistica e spirituale di questo progetto.

Attenzione alla lode, all’Eucarestia e all’esperienza francescana. Alberto Battisti, direttore della Sagra Musicale Umbra, ha fatto un breve intervento per spiegare l’importanza della musica francescana nella storia culturale e musicale italiana e internazionale. A fare il suo augurio a questa manifestazione anche il sindaco di Assisi, Ricci ha partecipato alla conferenza proprio per sottolineare l’importanza di questa manifestazione. Non solo concerti, infatti Assisi Pax Mundi sarà corredata anche da una mostra che permetterà ai visitatori di vedere i manoscritti autografi custoditi nel Sacro Convento. “Arte e scienza nella Musica dei Frati minori conventuali”; questo il titolo della mostra aperta dal 24 settembre al 31 ottobre nel Museo del Tesoro nel Chiostro Sisto IV.

È umanamente riconosciuto a San Francesco, a seguito della sua esperienza di vita, l’aver suscitato nella mente dei popoli la consapevolezza della lode di Dio, l’aver acceso nei cuori una nuova fiamma di amore verso Colui che egli stesso definisce: ”Altissimo, Onnipotente bon Signore, tue so le laudi, la gloria et l’honore”. Nasce così il nuovo germoglio d’amore, che canta a Dio il cantico nuovo. E’ dal 29 novembre 1223, con l’approvazione della Regola, che cominciò a decorrere per i Francescani l’obbligo della lode diurna e notturna e non in modo qualunque, ma solenne, quindi in canto.

Ne consegue, naturalmente, la necessità di istituire scuole all’interno dell’Ordine, poiché sarebbe assurdo pensare a questo ministero, laborioso e complicato, senza una preparazione remota ed accurata. E le scuole sorsero santificate dall’idea di S. Francesco e dei suoi primi seguaci, per cui Dio deve essere onorato nel modo più generoso e più degno. Queste furono promosse ed agevolate fin dal ‘200: ecco dunque che i maestri nelle chiese francescane furono chiamati anche al servizio di basiliche, cattedrali, collegiate, costituendo un vero e proprio esercito di “laudesi”. Sorgono le Cappelle musicali nella varie Basiliche, gli sviluppi raggiunti rivelano come nell’animo dei Frati Minori dei vari ordini vi è una musicalità intima, profonda, che ha inizio con S. Francesco e attraversa tutta la storia dell’umanità fino ad oggi.

Nella sua evoluzione, dalle primitive laudi, si giunge fino alle più suntuose polifonie con imponenti creazioni, cui hanno attinto anche le scuole nazionali e musicisti di ogni epoca.

Gli uffici ritmici di Giuliano da Spira, il “doppio coro” introdotto dall’assisano fra Ruffino Bartolucci, il “Transilvano” di p. Girolamo Deruta, il magistero europeo di p. Giambattista Martini, sono testimonianza vera della vitalità e fedeltà allo spirito del fondatore. Ed è in quest’ottica che come Famiglie Francescane vogliamo intraprendere questo nuovo percorso di condivisione attraverso la rassegna “Assisi Pax Mundi”, per contribuire alla promozione di una cultura della musica sacra, quella legata per ispirazione o per composizione alla figura di San Francesco e al mondo francescano. Attraverso l’incontro dei vari gruppi corali e strumentali, si vuole testimoniare che è possibile accrescere e sviluppare una cultura di pace e di collaborazione tra popoli e culture diversi nello spirito di Assisi.

[box type=”warning” ]I numeri della 1ª edizione 4 Giorni di Musica 9 Luoghi francescani coinvolti nell’ospitare i concerti (le Basiliche di San Francesco, la Basilica di Santa Maria degli Angeli, la Basilica di Santa Chiara, la Cattedrale di San Rufino, le chiese di Santa Maria Maggiore, San Pietro, Santa Maria Sopra Minerva e Santo Stefano) 11 Concerti 16 Cori partecipanti 400 Coristi ASSISI PAX MUNDI 16-19 Ottobre 2014 – Programma Giovedì 16 Ore 21.00 Basilica Inf. S. Francesco Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco Coro Città di Bastia Venerdì 17 Ore 11.00 Chiesa di S. Pietro Corale Theotókos (S. Teresa di Riva – Roccalumera ME) Noincanto (Portogruaro VE) Ore 16.00 Chiesa S. Maria Maggiore Coro “San Francesco Maria Fasani (Lucera FG) Ore 17.30 Cattedrale S. Rufino Coro “Laudate et benedicite” (Sassari) Schola Cantorum Ætnensis (Zafferana Etnea CT) Ore 21.00 Basilica S. M. degli Angeli Coro “p. Martin Gjoka” e “Rozafa Expression” (Scutari – ALBANIA) Commedia Harmonica (Assisi PG) Sabato 18 Ore 11.00 Chiesa S. Pietro Coro “San Filippo Neri” (Este PD) Ore 12.00 Chiesa S. Maria sopra Minerva “I Cantori di Cannaiola” (Trevi PG) Ore 16.00 Chiesa S. Maria Maggiore Coro “Crux Fidelis” (Francavilla d’Ete FM) Ore 18.00 Chiesa S. Chiara Corale “Laudesi Umbri” (Spoleto PG) Ore 19.30 Chiesa S. Stefano Schola Gregoriana Assisiensis e Gruppo Vocale “Armoniosoincanto” Ore 21.00 Basilica Sup. di S. Francesco Concerto di Chiusura con la partecipazione di tutti i gruppi corali Domenica 19 Ore 10.30 Basilica Sup. di S. Francesco Messa presieduta da S. E. Mons. Domenico Sorrentino. Tutti i gruppi corali animeranno la liturgia. A seguire esecuzione del Cantico delle Creature di p. Domenico Stella Per info: e-mail assisipaxmundi@libero.it; www.assisiofm.it; www.sanfrancescoassisi.org; www.fraticappucciniassisi.it; www.provinciasanfrancescotor.it; www.corosanfrancescoassisi.org Tutte le informazioni anche su Fb: Cappella Musicale di Assisi https://www.facebook.com/cappellaMusicaleAssisi?fref=ts [/box] [divider]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*