ASSISI, QUOTE ROSA, FIRMATARI: “NON E’ VITTORIA COME SCRIVE RICCI”

Il 13 dicembre si è tenuta presso il Consiglio di Stato l’udienza relativa al ricorso da noi presentato, con la difesa dell’avv. Gianluigi Pellegrino, contro le sentenze del Tar dell’Umbria che negavano l’illegittimità della giunta di Assisi per la mancanza di rappresentanza a garanzia della parità di genere. Il Consiglio di Stato ha ritenuto di non decidere sulla sospensiva e fisserà a breve l’udienza definitiva per il giudizio in merito alla questione. Il fatto che il Consiglio di Stato abbia deciso di non concedere la sospensiva non rappresenta per la giunta di Assisi la vittoria, come invece millanta il sindaco Claudio Ricci, perché l’udienza definitiva deve ancora esserci. Attendiamo dunque con fiducia che il Consiglio di Stato si pronunci sulla questione, rimanendo fermi nella nostra convinzione che le quote rosa non sono né di destra né di sinistra, ma sono semplicemente una questione di civiltà. I firmatari del ricorso

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*