Assisi, Ricci: “Inopportune parole della Confcommercio”

Assisi, 16 aprile 2014: il Sindaco Claudio Ricci considera “totalmente inadeguate” le parole espresse dalla Confcommercio sul Vice Sindaco Antonio Lunghi che, invece, sta riservando al Comune ampio impegno, competenza e dedizione con una “totale fiducia”, sul lavoro svolto e in atto, da parte del Sindaco e dell’amministrazione comunale.

Il bilancio 2014 (che peraltro, su richiesta dei commercianti, non prevede la tassa di soggiorno, non prevede addizionale IRPEF posta a zero e non prevede aumenti delle tariffe sociali, con un turismo che fa registrare +6% nel 2013, e segni molto positivi per il 2014) “legge” il finanziamento assegnato per sistemi informativi multimediali (non sono “varchi”), il progetto ancora non esiste e sarà condiviso (direttamente con tutti i commercianti e i cittadini) per gestire meglio il traffico e far entrare più persone (peraltro ciò che blocca o non blocca solo le ordinanze sindacali, e non i varchi, che sono, e rimarranno, molto aperte e flessibili) in modo armonico, con i turistici, e più ordinato.

L’argomento “é chiuso”, nel rispetto di “tutte le opinioni” (e di coloro che hanno firmato la petizione ma che, probabilmente, si esprimeranno più debitamente quando sarà definito e illustrato il progetto), e il Sindaco si impegna, con il Vice Sindaco e l’amministrazione comunale, a decidere sul progetto “insieme” (con incontri che saranno programmati nei prossimi mesi) come “sempre fatto insieme in questi anni”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*