Assisi, Rino Freddii: “Il grande bluff”

Consiglio Assisi, Freddii: “La rivincita del Sindaco”
Rino FREDDII Pdl

Assisi, Rino Freddii: “Il grande bluff”
Al di là delle chiacchiere, l’opposizione ha la possibilità di dimostrare che la maggioranza non esiste più

da Rino Freddii (Capogruppo Per Assisi Popolare, Consiglio Comunale Assisi) – Non essendo riusciti negli ultimi cinque anni a fare una benché minima proposta alternativa alle nostre scelte, alcuni colleghi dell’opposizione assisana ora tentano il grande bluff.

Approfittando del fatto che per una serie di coincidenze è saltato il Consiglio Comunale del 29 dicembre (mancanza del numero legale), cercano di spacciare per vero quello che è solo il loro desiderio e cioè che la maggioranza non è più tale e quindi non ha i numeri per governare.

Che non sia così lo sta a dimostrare il fatto che nella seduta del 7 gennaio, con l’ingresso in aula del Capogruppo Tardioli (ritardo giustificato), dei consiglieri a sostegno dell’Amministrazione mancava solamente la Presidente Buini (fuori Assisi per impegni precedenti).

Mentre i colleghi della minoranza presenti sono rimasti nella Sala degli Stemmi, noi di “Per Assisi Popolare” e “Uniti per Assisi”, con vero senso del dovere e in attesa dell’arrivo del Capogruppo Tardioli, siamo entrati in aula consentendo così, con la presenza responsabile della Capogruppo Travicelli, la discussione e la votazione dei due importantissimi punti all’ordine del giorno: le osservazioni al Piano Regolatore relative alle frazioni di Petrignano, Torchiagina, Palazzo e Tordibetto e la nomina dei membri della Commissione per le Antenne, per mesi “spacciata” come la carta vincente per delocalizzare gli impianti contestati.

Siamo certi che i cittadini sapranno cogliere la differenza tra chi, pur tra mille difficoltà, porta avanti il proprio mandato nel rispetto del programma e chi invece continua a ricoprire il proprio ruolo con metodi oramai desueti, senza pensare alle vere esigenze della collettività e senza curarsi del disastroso stop amministrativo consequenziale all’eventuale arrivo di un Commissario.

Al di là delle chiacchiere, l’opposizione ha la possibilità di dimostrare che la maggioranza non esiste più: presentare e votare una mozione di sfiducia. Se non lo fa significa che ancora una volta (l’ennesima) sta bleffando.

Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*