Assisi, sessioni sinodali in dirittura d’arrivo

ASSISI – Lunedì 4 maggio alla Domus Pacis a partire dalle 18 si terrà l’ottava e ultima sessione del Sinodo diocesano proposto dalle commissioni G e H che affronteranno rispettivamente i seguenti temi: “Storia, strutture e cultura al servizio dell’evangelizzazione” ed “Economia e strutture materiali a servizio dell’evangelizzazione”. La commissione G partirà da un raffronto tra la storia della nostra Chiesa con i suoi Santi ed i suoi martiri e la cultura che grazie al suo apporto naturale e ambientale ci dona bellezze e opere d’arte che sono dei veri e propri capolavori.

Tutto questo, unito alla ancora attuale testimonianza di San Francesco, ha contribuito ad arricchire l’intera Chiesa universale e con essa l’umanità nella sua totalità. L’attenzione verrà posta ancora una volta sulla Parola e sulla Scrittura quali mezzi di evangelizzazione nonché sulla formazione ed educazione ritenute anch’esse fondamentali per un accrescimento della fede. Ecco quindi che particolare importanza verrà posta sulla “sponsorizzazione” delle ricchezze che offre la città ed anche sulla comunicazione quale mezzo di conoscenza. In primo piano anche “Lo Spirito di Assisi” e il suo più ampio e pieno significato.

Gli argomenti che verranno trattati dalla commissione H riguarderanno l’aspetto economico con tutte le implicazioni in esso riconnesse, tra le quali l’amministrazione dei beni temporali (la cui presenza, ancorché nella giusta misura, è ritenuta necessaria per la vita della Chiesa) ricomprendendovi inoltre il restauro dei beni stessi. Occorrerà attivarsi per non far rimanere inerti i fedeli affinché possano comprendere che reperire fondi è necessario per la gestione economica della comunità diocesana e parrocchiale nel suo insieme.

Dopo quest’ultimo incontro inizierà un periodo di presa d’atto di tutta la documentazione prodotta che porterà poi il vescovo della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino monsignor Domenico Sorrentino a prendere delle decisioni ufficiali per la Chiesa locale attraverso la redazione e pubblicazione dei decreti sinodali.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*