Assisi, tassa soggiorno mai applicata

Il Sindaco Claudio Ricci ricorda (in relazione alle riflessioni di Confcommercio locale) che ad Assisi “mai é stata applicata la tassa di soggiorno” e che, quindi, già sono state date, con i fatti, “le risposte richieste” (Foto, il manifesto affisso per tre anni). Anche nel bilancio 2014 (malgrado le minori risorse ai comuni, tra cui Assisi) si intende “non applicare la tassa di soggiorno”. Grazie anche a questo che il turismo ad Assisi é cresciuto del +6% con effetti benefici nel commercio (in Umbria e in tutta Italia si é registrato un forte calo).

Per quanto attiene alle tariffe per la sosta dei bus turistici, come ricordato dal Vice Sindaco Antonio Lunghi, nei quattro mesi invernali sono state diminuite di circa il 40% (negli altri mesi si é trattato di un piccolo ritocco) e le risorse ottenute sono servite (in questi anni) per realizzate i nuovi parcheggi ad Assisi (a metà 2014 inizieranno anche i lavori del parcheggio di Porta Nuova) che sono servizi al turismo a al commercio (contendo le tasse per cittadini e attività). Riteniamo che, malgrado il momento e le tante minori risorse ai Comuni, Assisi abbia già fatto molto, e continuerà a fare molto, insieme ai commercianti, per il turismo e l’economia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*