Assisi, vicesindaco incontra assessore sanità Barberini

assisi

da Tonino Lunghi (vicesindaco Assisi)
Il 23 luglio, insieme alla Responsabile dell’Ufficio Servizi sociali, mi sono recato ad un’incontro organizzato dal neo Assessore Regionale alla Sanità e Servizi Sociali Luca Barberini.

All’incontro erano presenti il Dott. Emidio Duca, il Dott. Alessandro Maria Vestelli e la D.ssa Nera Bizzarri oltre molti assessori dei Comuni dell’Umbria capofila delle Zone Sociali.

Tema dell’incontro è stata l’illustrazione della programmazione della spesa sociale regionale 2015 ed è stata altresì fornita una bozza di ripartizione delle risorse sia del Fondo Nazionale delle Politiche sociali che del Fondo Sociale Regionale.

Ricordo che queste somme sono state previste in entrata nei Bilanci Comunali, bilancio che il Comune di Assisi ha già approvato.

L’Assessore ha svolto la relazione introduttiva rilevando il fatto che con la diminuzione del numero degli Assessori la sanitá e tutto il sistema dei servizi sociali sono confluiti in un unico assessorato.

Ha ribadito che le Zone sociali rimarranno come strutture territoriali fondamentali di riferimento delle politiche sociali regionali accentuando il ruolo dei Comuni capofila che dovranno assumere ulteriori responsabilità organizzative e propositive.

Da settembre entrerá nel vivo la discussione del Nuovo Piano Sociale Regionale, che se pur preadottato dalla Giunta Regionale, verrà partecipato ai vari soggetti istituzionali ed al terzo settore con l’auspicio che Amministrazioni locali apporteranno un notevole contributo.
La discussione ha riguardato anche i Fondi Europei che dovrebbero essere “spendibili “dal 2016 .

Unico neo sono le somme messe a disposizione che risultano inferiori a quelle del 2014. Per quanto riguarda la nostra Zona Sociale la diminuzione dovrebbe risultare di circa 140.000 euro. Luca Barberini si è impegnato a reperire ulteriori risorse in fase di assestamento del bilancio regionale.

Il sottoscritto ha sottolineato quanto affermato dall’Assessore Regionale ribadendo la bella esperienza che come Zona Sociale abbiamo sperimentato in questi anni tra i Comuni di Assisi, Bastia Umbra, Valfabrica, Cannara e Bettona . La gestione associata di servizi ed interventi auspicata dalla Regione , che ha individuato la dimensione ottimale a livello zonale, nei nostri territori è già realtà consolidata da circa dieci anni e nello scorso mese di Aprile è stata formalizzata una nuova convenzione che, rispetto al passato, ha meglio specificato il ruolo del Comune di Assisi, quale capofila, e degli altri Comuni, nel rispetto della loro titolarità istituzionale in materia di servizi sociali . Il sottoscritto ha anche ricordato che molti dei servizi offerti hanno subito un aumento considerevole dei costi , a seguito dell’aumento del tariffario regionale per le prestazioni delle Cooperative, e quindi diminuendo le somme a disposizione ( fondo nazionale e fondo regionale ) c’e il rischio di una contrazione delle prestazioni offerte. Detto rischio, già preventivato dalle Amministrazioni comunali della nostra Zona in fase di programmazione degli interventi per il 2015, è stato scongiurato grazie all’impegno di ciascuna che nell’intento di garantire continuità nell’erogazione dei servizi si è obbligata ad un cofinanziamento ( ripartito in base al numero della popolazione residente) con fondi propri previsti nei rispettivi bilanci comunali 2015.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*