Primi d'Italia

Assisifestival, applausi ed apprezzamenti per il concerto a San Rufino

ASSISI – Una serata all’insegna della grande musica in uno dei luoghi più suggestivi della città serafica è quella che ieri sera ha avuto luogo ad Assisi nella splendida cornice del sagrato di San Rufino, trasformato in palcoscenico per il Concerto di musica classica e Ontoarte dell’Orchestra dell’Opera di Parma, primo dei cinque grandi appuntamenti organizzati dalla Rassegna internazionale di musica e cultura Assisifestival, promossa dalla Città di Assisi e dalla Confcommercio di Assisi, da un’idea dell’associazione Round Table.

Apprezzato il repertorio scelto dall’orchestra, tra le più prestigiose del panorama nazionale, che nella prima parte ha proposto una selezione di celebri arie dei più grandi compositori italiani: dalla Norma di Vincenzo Bellini al Manon Lescaut di Giacomo Puccini, fino a Traviata, Giovanna D’Arco e Aida di Giuseppe Verdi. Nella seconda parte del concerto, sotto la direzione del maestro Sergio Pellegrini, l’orchestra ha proposto un omaggio alla “Ontoarte” del maestro Antonio Meneghetti.

“Come associazione di categoria – spiega il presidente della Confcommercio di Assisi, Vincenzo Di Santi – abbiamo l’obiettivo di promuovere un’accoglienza degna del nome di Assisi. Con la rassegna Assisifestival – aggiunge – intendiamo arricchire l’offerta commerciale grazie ad un contenitore di eventi che, già da quest’anno, possa affermarsi come appuntamento di riferimento dell’estate assisana”.

“L’unicità della rassegna culturale e musicale Assisifestival – commenta il sindaco di Assisi, Claudio Ricci – è quella di aver messo insieme nomi illustri della musica italiana alla freschezza di giovani talenti assisiati che hanno già raggiunto livelli tecnico-musicali di rilievo. Mi auguro che nei prossimi anni l’iniziativa possa diventare un’opportunità di promozione culturale e turistica anche nell’ottica della candidatura di Assisi insieme a Perugia a capitale europea della cultura 2019”.

Assisifestival prosegue sabato prossimo, 2 agosto, con un doppio imperdibile appuntamento sempre sul sagrato della chiesa di San Rufino di Assisi. Alle 18:00 si inizia con il concerto dei “Violinos Do Moderno” diretti da Ines Saraiva, con musiche di Brahms, Vivaldi, Bach, Handel, Schumann e Bartok.
In serata, alle 21:00, la compagnia “La Zarzuela” salirà sul palco per il Concerto di musica lirica, proponendo alcune delle più celebri arie dell’opera italiana, come “Habanera” dalla Carmen di Bizet, “E lucevan le stelle” dalla Tosca e “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini, nonché brani più attuali tratti dai musical più famosi e dalla musica leggera e popolare italiana.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, con posti a sedere fino ad esaurimento.
Il programma completo della manifestazione è su www.assisifestival.it.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*