Ballottaggio Assisi, Proietti, Vicenda Hotel Subasio, un fallimento

Nulla sull’argomento e un silenzio a dir poco eloquente

Ballottaggio Assisi, Proietti, Vicenda Hotel Subasio, un fallimento

da Ufficio Stampa proietti Sindaco
“La vicenda dell’Hotel Subasio è, prima di tutto, un fallimento in termini di legalità, indice della scarsa attenzione che le precedenti amministrazioni hanno prestato al tema. Non possiamo permettere che una città come Assisi subisca questo tipo di umiliazioni” dichiara la candidata Stefania Proietti indignata per quanto accaduto allo storico Hotel Subasio.

È apparso sulla stampa che il prefetto ha spedito da tempo un’interdittiva antimafia al conduttore dell’Hotel, perché ritenuto legato alla criminalità organizzata. Il primo e più prestigioso albergo di Assisi, un vero monumento della storia moderna, è commercialmente morto, è stato distrutto dall’ incapacità amministrativa di chi ha governato la città negli ultimi venti anni. In questo inestimabile pezzo di storia quale è l’Hotel Subasio, vi hanno soggiornato personaggi che hanno fatto la storia recente della cultura: da Freud a D’Annunzio, dai reali di Italia a quelli di Inghilterra, tanto per citare qualche nome.

In queste disavventure commerciali, perpetrate dagli amministratori degli ultimi venti anni, sono stati bruciati non solo soldi pubblici, ma denari destinati ai servizi delle persone più indifese, gli ospiti della Casa di Riposo “Andrea Rossi”.

Quali risposte sono state date ai cittadini da coloro che nuovamente chiedono di ritornare al governo della città?

Nulla sull’argomento e un silenzio a dir poco eloquente; un po’ come coloro che nascondono la polvere sotto i tappeti. La trasparenza e il confronto di idee, invece, su questi argomenti devono essere massimi! Per la candidata Stefania Proietti, due sono le priorità da affrontare subito sul tema: chiedere un incontro immediato alle autorità competenti, Procuratore della Repubblica e Prefetto, per capire prima di tutto la consistenza del fenomeno delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto economico sano della città di Assisi, mettendo poi in atto politiche di contrasto e di prevenzione alla piaga dell’illegalità. Ad Assisi deve vincere la legge e la sicurezza.

L’altra priorità è il recupero alla piena attività dell’Hotel Subasio. Sarà necessario proporre la nomina, appena possibile, di un consiglio degli II.RR.BB. composto da manager competenti, capaci di gestire con lungimiranza e accortezza questo hotel che rappresenta un pezzo di storia bella e nobile della città.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*