Unipegaso

Cambiare con Ricci, le proposte delle liste civiche di Terni e della provincia

Sabato 7 Marzo 2015 dalle ore 15,30 all’Hotel Michelangelo di Terni Claudio Ricci, candidato Presidente della Regione Umbria ha incontrato circa 100 delegati delle liste civiche di Terni e della Provincia.

Sono stati presentati alcuni dei punti e dei progetti che le liste civiche unite andranno ad inserire nel programma amministrativo regionale per il prossimo quinquennio, rimarcando l’importanza di portare avanti il Progetto Ternano. Si ribadisce la necessità di un cambiamento nella gestione della Regione, vista la incapacità dell’attuale amministrazione regionale a comprendere le difficoltà dei cittadini e viste le difficoltà economiche rimarcate da tutti i recenti studi ed analisi effettuate dal Censis e dal Rapporto Economico presentato dall’Agenzia Umbria Ricerche.

Le liste civiche ribadiscono la possibilità di supportare il Candidato Ricci con una propria lista civica che sia rappresentativa di Terni e dei territori ternani, orvietano, narnese, amerino, valnerina.

In dettaglio tra gli altri progetti ed iniziative, Michele Rossi di Terni Città Futura si è soffermato sulla necessità dello sviluppo di politiche condivise e coordinate nell’ambito del turismo culturale e nell’importanza di Terni quale Porta dell’Umbria verso la capitale Roma; sui pesanti dati relativi alla disoccupazione giovanile (51%) al dato della sicurezza (+243% i furti negli appartamenti in 10 anni, si è fatto poi portavoce inoltre della richiesta di abolizione della iniqua tassa tevere-nera, che attualmente grava solo sui cittadini della provincia ternana.

L’intervento di Giovanni Ceccotti di Progetto Terni si è focalizzato sull’importanza del Lavoro, sulla necessità di salvaguardare e rilanciare le Industrie ternane, quali l’Acciaieria di Terni, anche attraverso la Public Company, e la filiera del Comparto Meccanico molto importante sia a Terni che nel resto dell’Umbria; sono fondamentali inoltre i programmi per favorire l’inserimento dei Giovani nel mondo del lavoro, quali i JOBLAB e le politiche di informazione e prevenzione dell’uso della droga, anche mediante interventi nelle scuole.

Sul problema della Sanità l’intervento di Valerio Mecarelli di Terni da Salvare ha evidenziato la necessità di ridurre drasticamente alcuni costi e spese, attualmente mal gestite, mediante il Centro di Acquisto unico regionale che porterà un risparmio di oltre 9 milioni di euro, risparmio da utilizzarsi per offrire servizi migliori ai cittadini senza procedere ad ulteriori riduzioni di personale ma anzi potenziando le strutture a supporto.

L’intervento di Cristiano Ceccotti di Progetto Civico si è incentrato sulle problematiche del riequilibrio del peso di Terni e dei territori ternani che vede un forte squilibrio nei confronti di Perugia; ribadisce altresì la necessità di procedere immediatamente nella ricerca di soluzioni ai problemi dell’Ambiente nella conca ternana e nell’ utilizzo di fonti di energia alternativa a minori costi e basso impatto ambientale.

I delegati intervenuti hanno illustrato alcuni progetti e trattato alcune problematiche, quali il nuovo Teatro Verdi, il Museo delle Armi, l’importanza della prevenzione dell’uso delle droghe e del gioco d’azzardo, la sicurezza dei cittadini, il potenziamento dei servizi di trasporto pubblico.

Giovanni Ceccotti ha consegnato a Claudio Ricci un elaborato predisposto da Federmanager Terni dove viene analizzata attentamente l’attuale situazione della EON e la cessione degli impianti di Terni, problematica che richiede da parte degli organi regionali un tempestivo intervento volto a salvaguardare un altro importante e strategico sito industriale di Terni.

Claudio Ricci ha illustrato i suoi obiettivi quale nuovo Governatore e Regional Manager (termine da lui usato), tra i quali ricordiamo la volontà di trasferire a Terni alcuni uffici riguardanti lo Sviluppo Economico, la volontà di effettuare le sedute del Consiglio regionale alternativamente anche a Terni, il piano di recupero del Tulipano e la nuova mobilità regionale con il progetto del treno-tram.

Infine Claudio Ricci si è soffermato sul progetto delle Ferrovie dello Stato dal quale è evidente che siamo in presenza, 60 anni dopo Fanfani che spostò l’autostrada verso Arezzo, di un altro grave scippo a danno dell’Umbria, ed in particolare la nuova linea dei treni ad alta velocità, argomento molto caro all’ex governatrice Lorenzetti ma che evidentemente poco interessa all’attuale delfina, evidenziando il fatto che la nuova stazione Medio-Etruria sarà in territorio Toscano e farà fuori in un colpo solo tutte la direttrice Umbria, tagliando in un colpo solo Terni, Spoleto, Foligno, Assisi e Perugia! E gli attuali organi regionali banchettano e l’Umbria retrocede ancora.

Coordinamento liste civiche di Terni e provincia
Associazione Polis
Lista Civica “Il Cammello
Lista Civica “Per Orvieto”
Lista Civica “Progetto Civico”
Lista Civica “Progetto Terni”
Lista Civica “Terni Città Futura”
Lista Civica “Terni da salvare”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*