Cambio Festival 2014, al via la quindicesima edizione

Con l’avvicinarsi del mese di luglio, comincia a fremere l’attesa per l’appuntamento musicale divenuto ormai imperdibile per i suoi tanti affezionati e per quanti amano la musica di qualità. Nell’ultimo fine settimana di luglio, la splendida cornice del castello medievale di Palazzo di Assisi torna a risplendere dell’evento che ormai da QUINIDICI ANNI regala magia ed emozioni nelle serate di mezz’estate: Cambio Festival frontiere musicali nasce nell’estate del 2000 con l’ambizione di coniugare l’amore per la musica e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio, di cui il castello dei Figli di Cambio costituisce un raffinato e pregiato esemplare, fungendo al contempo da preziosa ed inimitabile cassa armonica naturale.

Confermato anche quest’anno, il concerto di apertura presso il borgo millenario di Lìzori (Campello sul Clitunno), una trasferta che negli ultimi due anni ha sortito un inimmaginabile successo di pubblico e che si pone nel solco della perfetta integrazione tra l’eccellenza musicale ed il genius loci di un borgo ricco di storia e di arte, capace di sortire emozioni indimenticabili sospese tra cielo e terra.

La novità assoluta del 2014 è il Cinema al Castello.

Cambio Festival incontra lo Zenith è il titolo rivelatorio. Lo Zenith è il Cinema di Perugia per veri intenditori ed il connubio con Cambio Festival è apparso alquanto naturale. Due le proiezioni in programma.
La prima dedicata a Massimo Troisi a venti anni dalla scomparsa del grande ed indimenticabile attore e regista napoletano.
La seconda in tema musicale con un film sui Talking Heads, la band americana che ha portato a livelli di eccellenza assoluta l’equilibrio tra pop e avanguardia, fruibilità e sperimentazione.

(vedi sotto il programma)

Un ringraziamento a tutti gli sponsor ed in particolare a Pegaso 2000 che da ben 11 anni sostiene con convinzione e passione il progetto di Cambio Festival.

Un ringraziamento alla Galleria Onto Arte di Trevi sia quale partner di Cambio Festival che per il sostegno artistico.

Un grazie alla Fondazione Perugiassisi2019 Capitale Europea della Cultura, che ha concesso il proprio patrocinio e che ha inserito Cambio Festival nella sua progettualità ufficiale.

Ecco l’imperdibile programma di questa quindicesima edizione:

19 luglio: Lìzori – Elenora Bianchini con il progetto ESPERARE
Progetto nato a New York è realizzato tra Stati Uniti e Quito in Ecuador. Le sfumature e le emozioni delle differenti culture colorano l’album di dettagli. Un percorso proprio, attraverso i ritmi latino-americani combinati alle melodie originali scritte da Eleonora. Sono le radici dei sentimenti a prendere voce in ogni canzone e sono anche le varie situazioni della vita, sotto forma di racconti, a riempire questo disco di sensibilità e passione.

ELEONORA BIANCHINI voce
NATALIO MANGALAVITE piano
MARCO SINISCALCO basso
EMANUELE SMIMMO batteria
_____________________

22 luglio: Palazzo di Assisi – Il Cinema al Castello
Film in collaborazione con il Cinema Zenith

Scusate il ritardo, di e con Massimo Troisi (1983) – ore 22.00

Scusate il ritardo è stato considerato dalla critica l’opera migliore dell’autore partenopeo, visto lo spessore tematico ed artistico e la forza e l’efficacia con cui Troisi riesce a scavare all’interno della sua anima. Tra i numerosi premi anche un David di Donatello.

biglietto unico euro 5.00

_____________________

23 luglio: Palazzo di Assisi – Il Cinema al Castello
Film in collaborazione con il Cinema Zenith

Stop Making Sense, diretto da Jonathan Demme (1984) – ore 22.00

Stop Making Sense è un film concerto sui Talking Heads del 1984, diretto da Jonathan Demme. La colonna sonora venne pubblicata nell’omonimo album. Il film è stato definito da Leonard Maltin “uno dei più grandi film rock di sempre”, mentre Pauline Kael del The New Yorker lo descrisse come “vicino alla perfezione”.

biglietto unico euro 5.00

____________________

24 luglio: Palazzo di Assisi – Dominic Miller con il progetto ADHOC

Dominic Miller è un chitarrista argentino nato a Buenos Aires. Inizia a suonare la chitarra all’età di 15 anni. In tutti gli anni ’80 è stato un musicista di studio e live molto richiesto (Tina Turner, Pat Metheny, Phil Collins). Collabora stabilmente con Sting dal 1991 non solo come esecutore, ma anche come arrangiatore sino a scrivere a quattro mani il brano “Shape of my heart”. La rock star Inglese lo definisce ” il mio braccio destro ed il mio braccio sinistro”. La musica di Dominic è fatta di atmosfere tipiche della World Music ricche di pathos ove ogni idea evoca i sapori dei paesi che lo hanno ispirato. Durante il concerto verranno proposti alcuni brani del nuovo album “Adhoc”. Ad accompagnarlo un quartetto di grande spessore che vede la partecipazione di Mike Lindup, fondatore dello storico gruppo “Level 42”.

DOMINIC MILLER chitarra
MILES BOULD percussioni
NICOLAS FISZMAN basso
MIKE LINDUP piano, tastiere

_____________________

25 luglio: Palazzo di Assisi – BARBARA ERAMO con il progetto EMILY

Barbara presenta il suo nuovo disco “Emily”, un concept di brani da lei composti su poesie di Emily Dickinson, dove ha scelto di dare voce e suono ai mondi musicali che più la ispirano creativamente, senza alcun vincolo stilistico preconcetto, rivolgendosi alla libertà poetica e immaginifica della Dickinson. Quello che emerge è un suono denso, ricco di chiaro scuri con aperture post rock, spaziosità sperimentali e rarefatte.

BARBARA ERAMO voce, ukulele, electronics
STEFANO SALETTI chitarra elettrica e acustica, electronics, cori
JACOPO LEO basso
FILIPPO SCHININÀ batteria
ANDREA D’APOLITO voce, chitarra acustica, tastiera
FEDERICA FRUSCELLA voce
_____________________

26 luglio: Palazzo di Assisi – DRUMMERIA, QUANDO LA BATTERIA CANTA

Un viaggio etnico-musicale attraverso diverse “tradizioni dei tamburi” proposto da esponenti tra i più completi e rappresentativi della scena Internazionale. Lo spettacolo si sviluppa in sezioni “obbligate” e momenti di assolo, con composizioni scritte da diversi musicisti e completate da improvvisazioni, giochi e palleggi, musical-percussivi per concludersi con un gran finale in crescendo…
Insomma, una formula unica, originale e nuova.

ELLADE BANDINI
WALTER CALLONI
MAXX FURIAN
PAOLO PELLEGATTI

Come d’abitudine, i vicoli del castello ospitano installazioni ed esposizioni artistiche:
a cura di Manuela Capitanucci

“Per la terza volta la Minigallery di Assisi di Stefano Frascarelli galleria di arte contemporanea, collabora con il Cambio Festival curandone la sezione dedicata alle arti visive.. Gli spazi che circondano la piazza del castello dei Figli di Cambio, teatro dei concerti del festival, si vestono d’arte per arricchire la cornice di una delle manifestazioni culturali più sperimentali e contemporanee”. www.minigallery.it

Esposizioni della Minigallery
Twins – Stefano Frascarelli
Stefano Frascarelli riporta l’attenzione dello spettatore sui valori di forma e colore, giocando da artista su questi con la freschezza del principiante e l’intensità del professionista. “La natura è un tempio”, scriveva Baudelaire, e guardando le opere di Frascarelli viene da pensare che in quel tempio sia conservata proprio la vera anima dell’uomo.
Kolossal Lego – Andrea Baldini e Francesco De Giuli
Menti instancabili, scelgono la forma espressiva del video in modalità stop-motion creando storie e mondi con uno spunto favolistico ed allo stesso tempo provocatorio. Nel video Michael Scofield viene condannato a trent’anni. In carcere, per vendicarsi dei suoi carnefici, concepisce una macchina che trasforma le persone in fedeli soldati. Una volta libero, realizza la macchina, crea un esercito e conquista la stazione di polizia.
Night Light – Gianni Musacchio
Laureato in Sociologia ad Urbino, viaggia intensamente per l’Europa, il Nord Africa, e soprattutto l’India, dove risiede a lungo più volte.
Acquista un rudere in Località Paradiso, Assisi e si dedica alla costruzione di Paradiso Art Studio, il suo studio-abitazione. Autodidatta, ha però approfondito l’antica tecnica dell’encausto studiando con Cinthya Winika. Dipinge professionalmente dagli anni ‘80 e le sue opere sono presenti in collezioni private in Inghilterra, Olanda, Stati Uniti, Germania, Giappone, India, oltre che in Italia.
Esposizione Fotografica:
SmartHuman – Gian Do

In viaggio in alcune capitali europee ho osservato come l’uso errato degli smartphone cambia radicalmente l’interazione tra gli esseri umani e la loro percezione dell’ambiente circostante. È la pigrizia della comunicazione “cuore a cuore”. Smarthuman: uno splendido essere umano inconsapevole delle proprie potenzialità, intrappolato, dall’inerzia del suo EGO, davanti ad uno schermo LCD.

L’appuntamento immancabile dell’estate musicale è il 19 luglio a Lizori e dal 22 al 26 luglio all’interno del Castello dei Figli di Cambio in Palazzo di Assisi. L’orario di inizio dei concerti è previsto per le 21:45 per consentire agli ospiti di assaporare con tutta calma, prima della musica, i menu del punto ristoro allestito presso la piazzetta piccola del castello (con una selezione di ottimi vini locali) e di ammirare gli incantevoli vicoli del castello impreziositi da installazioni e mostre d’arte.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*