Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi ad Assisi 24 squadre premiate record presenze

ASSISI – La manifestazione organizzata dall’Accademia Internazionale di Scacchi si è conclusa venerdì 22 ed ha visto coinvolte ben 213 squadre provenienti da tutta Italia. La straordinaria Kermesse è stata patrocinata dalla Regione Umbria, dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, dal Comitato Italiano Paralimpico Umbria, dal Coni Umbria, dalla Federazione Scacchistica Italiana e dall’Unicaf, e supportata dalla Città di Assisi (Assessorato allo Sport) e dal Centro Internazionale di Studi sul Turismo. 2500 le persone coinvolte nelle finali nazionali della più grande manifestazione sportiva dedicata alle scolaresche. La cerimonia di premiazione si è tenuta al Teatro Lyrick, alla presenza delle più alte cariche della disciplina sportiva scacchistica e delle istituzioni locali, che si sono complimentate personalmente con le giovani promesse sportive appartenenti al mondo della scuola. Per la prima volta ad eventi di questa portata, dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, è arrivato un messaggio a firma del Sottosegretario Gabriele Toccafondi, segno di particolare attenzione e concreto coinvolgimento nei confronti della manifestazione, seguita a distanza attraverso il web dalla Camera dei Deputati.

Grandi applausi sono stati rivolti ai giovani campioni e all’egregia organizzazione, che ha arricchito il nostro territorio di oltre 10000 presenze in quattro giorni, generando un grande indotto dal punto di vista economico: Hotel al completo, ristoranti pieni e giovani turisti che insieme ai propri familiari ed accompagnatori si sono riversati ad Assisi e Santa Maria degli Angeli, hanno contribuito a decretare l’ottima riuscita della manifestazione. La cerimonia di premiazione ha concluso la kermesse riconfermando l’alto livello dell’apertura avvenuta nel pomeriggio di martedì 19, quando un meraviglioso spettacolo a cura dell’Ente Calendimaggio ha piacevolmente stupito tutti i presenti, che d’improvviso sono stati rapiti da Sbandieratori, Tamburini e Figuranti, che hanno regalato un assaggio della grande tradizione della nostra Città.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*