Carabinieri Assisi, del maggiore Marco Sivori, denunciano due spacciatori

Furti Assisi e violazioni, cinque persone finiscono nei guai
Furti Assisi e violazioni, cinque persone finiscono nei guai

SANTA MARIA DEGLI ANGELI – E’ di due denunce e di una persona segnalata alla Prefettura di Perugia il bilancio dell’operazione condotta dai Carabinieri della Compagnia di Assisi nella giornata di ieri 24 aprile. Sempre più incisiva è l’attività di controllo del territorio e di repressione di reati legati al mondo dello spaccio di droghe leggere condotta dagli uomini del Maggiore Marco Sivori nell’ampio quadro di coordinamento del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia. Sono da poco passate le quattro del pomeriggio quando personale del N.O.R.M. nota nella zona industriale di Santa Maria degli Angeli una Ford Fiesta con tre giovani a bordo in atteggiamento sospetto. I militari mentre si avvicinano al mezzo scorgono subito uno degli occupanti disfarsi goffamente di un involucro contenente circa due grammi di marijuana gettato dal finestrino posteriore. Decidono quindi di approfondire il controllo che permetterà loro di rinvenire un autentico “market” itinerante della droga: tra i sedili e sulle persone dei tre ragazzi, tutti di età compresa tra i diciotto ed i ventanni, i Carabinieri del Nucleo Operativo rinvengono altri trenta grammi di “erba” alcuni dei quali suddivisi in dosi e pronti per essere ceduti. Ma c’è di più: nella macchina i militari trovano anche un bilancino elettronico di precisione usato dai tre per pesare lo stupefacente. E’ la prima volta, fanno sapere i vertici dell’Arma Assisana, che ne comprensorio viene scoperta un’auto come “centro di spaccio”. I tre pensavano evidentemente che così facendo avrebbero dato meno nell’occhio ed eluso eventuali controlli delle Forze dell’Ordine.  A seguito dei primi riscontri investigativi i militari acquisiscono nell’immediatezza anche la conferma che uno dei tre fermati detenga altra droga presso la sua abitazione. I sospetti anche in questa circostanza sono fondati ed all’esito della perquisizione  gli operanti sequestrano altri quattro grammi di hashish. Per due di loro è scatatta quindi la denuncia alla Magistratura Perugina con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio mentre per il terzo la segnalazione alla Prefettura quale assuntore di droghe leggere.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*