Carabinieri Assisi spediscono in carcere due rapinatori

Nel corso della consueta attività di prevenzione e di vigilanza svolta dai Carabinieri della Compagnia di Assisi in occasione dei festeggiamenti tenuti in onore di San Michele, i militari hanno tratto in arresto due giovani rapinatori i quali, in concorso con altri loro coetanei hanno aggredito due giovanissimi avventori.

Erano da poco passate le due di questa notte quando una banale lite tra ragazzi degenerava in una autentica aggressione e da qui in rapina. Le fasi sono concitate, gli attimi frenetici. Gli insulti danno subito vita agli spintoni e gli aggressori pensano bene di sottrarre anche le chiavi dell’autovettura dei ragazzi, un giacchetto un cellulare I – Phone 4S ed il portafogli.

Immediato l’intervento di un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Assisi che gravitava nel centro di Bastia per la consueta capillare attività di prevenzione e controllo del territorio.

I militari raccolgono immediatamente le prime testimonianze dai giovani aggrediti che forniscono nonostante lo stato di choc una descrizione attendibile utile ai militari per mettersi alla ricerca degli autori del fatto. Uno dei rapinatori accenna ad un timido tentativo di fuga ma dopo un breve inseguimento a piedi per le vie del centro abitato viene raggiunto e bloccato da un Carabiniere. Anche il secondo complice viene catturato mentre tentava di fuggire sempre a piedi in altra direzione nel centro di Bastia.

I due vengono portati in caserma dove inizia una lenta e meticolosa ricostruzione dei fatti: gli inquirenti ricostruiscono gli attimi della notte appena trascorsa e sentono a verbale le vittime accompagnate nel frattempo al Pronto Soccorso di Assisi. Ai due verrà diagnosticata una prognosi di cinque e sette giorni, a fronte delle ecchimosi e delle escoriazioni riportate a seguito dell’aggressione.

Per i due rapinatori, entrambi di giovane età, ma gravati da numerosi precedenti penali, dopo le formalità di rito, si apriranno invece le porte del carcere, dove davanti ai giudici dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso e di lesioni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*