Carabinieri di Assisi scoprono coltivazione canapa indiana, otto piante sequestrate

Carabinieri di Assisi scoprono coltivazione canapa indiana, otto piante sequestrate. Continuano i servizi coordinati straordinari da parte dei carabinieri di Assisi, diretti dal Maggiore Marco Sivori. I Militari sono stati impegnati in attività istituzionale in servizi coordinati di controllo del territorio disposti al fine di garantire sicurezza e serenità a vacanzieri e residenti.  Sotto la lente di ingrandimento dei Carabinieri ci sono stati anche condomini ed abitazioni rimasti incustoditi per gite fuori porta o vacanze fuori provincia. Itinerari turistici, strade principali e secondarie sono state presidiate in modo intensivo da Carabinieri in uniforme ed in abiti civili senza, peraltro, che questo impiego pregiudicasse le altre ordinarie attività investigative e preventive dell’Arma.

Il servizio ha visto impiegati i militari della Compagnia assisana che hanno predisposto, dietro indicazioni del Comando Provinciale di Perugia, una fitta rete di posti di controllo al fine di prevenire condotte illecite da parte degli automobilisti, contrastare i reati predatori e lo spaccio e l’assunzione di sostanze di stupefacenti, con particolare riguardo a luoghi di ritrovo ed ai locali pubblici del comprensorio. Complessivamente, nelle operazioni si sono alternati più di 30 Carabinieri ed il bilancio parla di un centinaio di veicoli controllati, di cui uno sottoposto a sequestro amministrativo, quasi 200 persone identificate ed una decina di contravvenzioni al Codice della Strada elevate.

In questa ottica da segnalare il rinvenimento da parte dei militari del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile nel corso di apposito servizio predisposto per il contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, di una coltivazione di otto piante di canapa indiana di altezza compresa tra 70 e 170 centimetri e di vario materiale per l’irrigazione. Il tutto è stato sequestrato in vista dei successivi accertamenti. Due giovani sono stati trovati inoltre in possesso di un involucro contenente circa un grammo di cocaina. I due, nel tentativo di eludere il controllo hanno tentato invano di disfarsi dello stupefacente, rinvenuto da personale dell’Aliquota Radiomobile sui tappetini del veicolo. Il conducente manifestando chiari sintomi che potessero fare pensare ad una recente e pregressa assunzione di stupefacenti, è risultato positivo alla cocaina e per questo denunciato per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. La patente di guida è stata ovviamente ritirata.

I Carabinieri della Stazione di Torgiano hanno infine eseguito due ordini di carcerazioni nei confronti di altrettante persone. La prima, un italiano di 47 anni responsabile di stalking nei confronti della ex convivente è stato arrestato per avere violato sistematicamente le prescrizioni del divieto di avvicinamento alla persona offesa. Il Giudice, raccolte le segnalazioni dei militari dell’Arma  ha disposto che l’uomo venisse arrestato e messo ai domiciliari presso la propria abitazione. La seconda, un cittadino albanese con alle spalle reati contro il patrimonio è stato tratto in arresto poiché responsabile di ripetute violazioni della misura cautelare dell’obbligo di dimora a cui era stato sottoposto per il reato di ricettazione.  Il giovane è stato quindi associato al carcere di Perugia “Capanne”.

 

 

coltivazione canapa indiana

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*