Il “Caso” Ricci, quanto l’incoerenza sfocia nel tradimento

Giorgio Bartolini ad Assisi è preferito come sindaco
GIORGIO BARTOLINI

da Giorgio Bartolini (Coordinatore di FI in Assisi)
Il Sindaco di Assisi Ricci, eletto con i voti del centrodestra, essendo al termine del secondo mandato, ha pensato bene di presentare una sua lista per candidarsi alla Regione. E fin qui ci sta. D’altronde c’era anche qualcuno del NCD che, non avendo intuito a cosa Ricci tendesse con la sua partecipazione alle presentazioni di alcuni candidati/sindaco, aveva finanche benedetto, o forse sopportato, queste uscite, che risultavano comunque abbastanza singolari agli occhi dei più.
Tutto è filato liscio fino a quando il Sindaco di Assisi ha rivelato il suo vero obiettivo, dichiarando “appoggio il candidato Sindaco Boccali”, l’uomo della sinistra a Perugia, città capoluogo della Regione. Un appoggio ufficializzato alla presenza della stampa e dei massimi esponenti del PD. Un vero e proprio tradimento nei confronti degli elettori del centrodestra di Assisi, grazie ai quali Ricci ha potuto espletare ben due mandati consecutivi, ed una vera e propria pugnalata in piena campagna elettorale a tutta la coalizione perugina del centrodestra, unita nell’impegno di sostenere il suo candidato Romizi, ma, in modo particolare, un indiscutibile tradimento a Forza Italia, partito nel quale Ricci ha militato anche con l’incarico di vice dell’allora coordinatore regionale Rossi. Intanto, qua e là per l’Umbria, continua a vantarsi di rappresentare il “nuovo modello amministrativo del centrodestra”. La coerenza è ancora un valore?”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*