Il Castello di San Gregorio a Bastia e Dintorni

ASSISI – Il castello di San Gregorio, frazione del Comune di Assisi, è situato ad un’altezza di 279 m s.l.m. edificato nel periodo merievale sul fianco di una collina, tra i territori di Assisi e Perugia. Dell’esistenza del borgo si hanno le prime notizie da un documento del 1114, nel quale si afferma che il priorato della chiesa di San Rufino donò l’intera rocca ad un certo “Letone”. Il castello di “Sancti Gregorii” è sempre stato al centro di aspre contese tra le città di Perugia ed Assisi, che nel corso dei secoli si sono alternate alla sua guida. Durante il censimento del 1232 il castello era abitato da 150 persone, che vivevano all’interno della cinta muraria, circondata come si usava da un fossato, dotata di torre e ponte levatoio, di cui oggi vediamo ancora le feritorie. Come abbiamo detto nelle precedenti puntate di Bastia e dintorni, i castelli edificati durante il periodo medievale, come per esempio quello di Sterpeto e di Rocca Sant’Angelo, oggi sono poco abitati per non dire abbandonati e molti di quelli ristrutturati, sono stati acquistati da stranieri o italiani che abitano in altre città.

Negli ultimi decenni i nuclei familiari si sono tasferiti a valle, nelle zone pianeggianti come Santa Maria degli Angeli e Bastia Umbra perché più urbanizzate. Il castello prende vita durante il periodo estivo, grazie all’ospitalità che offre il monastero presente nel Borgo e durante il periodo natalizio per la rievocazione della Natività. Il Comune di Assisi ha destinato alcuni appartamenti ricavati all’interno del castello a famiglie con basso reddito, che lamentano la lontananza dal centro abitato, dalle scuole e dai servizi in genere, come l’alta velocità che molti automobilisti percorrono difronte alla cinta muraria. Di idee opposte è un giovane musicista, che alcuni anni or sono ha ascquistato e restaurato e reso sua dimora, quello che era l’antico Bar del Castello. La chiesa medievale esterna alla cinta muraria è drammaticamente abbandonata e pericolante, scambiata attualmente per una discarica, come anche alcuni spazi interni, come dimostrano le nostre telecamere.

Nella seconda parte della puntata la trasmissione da spazio ad UAIPRE, associazione italiana cavallo di razza spagnola, che durante la fiera “Cavallo a Roma”, mostra le doti docili e mansuete del PRE. Abbiamo istallato su petto del fantino Andrea Giovannini, pluri campione nazionale e internazionale di equitazione, una telecamera che con le immagini girate rende molto reale la sensazione di montare a cavallo.
Buona visione!
A seguire le repliche di “Bastia e dintorni” su TEF channel canale 12:
GIOVEDI 23:00
LUNEDI 14:00

Bastia e dintorni è visibile anche su VIMEO al seguente link: https://vimeo.com/93429683

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*