Cavallina albina correrà per i ragazzi del Serafico di Assisi

Di corsa al trotto per regalare un sorriso ai ragazzi disabili dell’Istituto Serafico di Assisi. “Via lattea”, la cavallina albina, unica in Europa, nata lo scorso 5 aprile proprio sotto la Basilica di San Francesco nell’allevamento di Sergio Carfagna, e’ pronta a scendere in pista all’insegna della solidarietà.

Lo farà fra poco o piu’ di un anno e mezzo al termine del periodo di “svezzamento” e allenamento necessario prima del debutto. Un evento senza precedenti per il trotto internazionale (di trottatori albini sono riportati solo due casi nello “Standardbred”, una femmina nata nel 1998 in Ontario (Canada) ed un maschio nato il 6 maggio 2012 nel New Jersey), che si preannuncia foriero di una nobile causa: portare in giro il mondo un messaggio di solidarietà e speranza per coloro che soffrono.

L’annuncio ufficiale, oggi ad Assisi in uno scenario mozzafiato accanto all’albero di Natale e presepe vivente (Gaia e Andrea i giovani figuranti) allestito proprio nel piazzale antistante la scuderia di Sergio Carfagna, oltre venti ettari di “paradiso” per i cavalli campioni del trotto che ogni anno debuttano negli ippodromi piu’ importanti di tutt’Italia.

Attorno alla cavallina “albina”, Via Lattea, una rappresentanza degli ospiti dell’Istituto Serafico per pluridisabili di Assisi (in totale oltre 140 che ogni giorno vi transitano piu’ o meno stabilmente) guidata dalla presidente Francesca Di Maolo e da Simone Fiorani, uno dei due istruttori (l’altro e’ Marco Bellarosa) che si occupano dei corsi di ippoterapia che i ragazzi frequentano con successo e risultati al limite del “miracoloso”.

Si, perche’ il rapporto fra i ragazzi disabili del centro e i cavalli e’ davvero particolare. Sedici di loro, infatti, due volte la settimana praticano la ippoterapia ed il numero, viste le richieste e il desiderio di avvicinarsi a questi animali, e’ destinato ad aumentare. “Via Lattea scenderà in pista anche per questi ragazzi straordinari e con la benedizione di San Francesco, ne sono sicuro, lo farà con successo per regalare loro un sorriso, momenti di speranza e calore”.

Padre Danilo Reverberi, frate francescano, team manager della “scuderia dei miracoli” (cosi’ si intitola il libro, Futura edizioni, realizzato da Giorgio Galvani e Marco Vinicio Guasticchi, dedicato ai cavalli ‘super’ della scuderia di Assisi, donato ai ragazzi del “Serafico”) non ha dubbi: “facciamo di questa cavalla una ‘mascotte’, un motivo di speranza, una diversità che diventa una risorsa. Via Lattea, ne siamo certi – prosegue padre Danilo Reverberi – darà battaglia ad armi pari e dimostrerà al mondo che anche con una differenza di ‘colore’ si può crescere forti e vincere le sfide della vita”.

“E’ il piu’ bel regalo di Natale che questi ragazzi, in particolare coloro che amano i cavalli, potessero ricevere – ha dichiarato Francesca di Maolo, presidente dell’Istituto Serafico di Assisi – dalla “scuderia dei miracoli” come e’ descritta nel libro dedicato, un esempio concreto di solidarietà e speranza che fa onore alla nostra terra, alla nostra storia e tradizione”. Dalla prossima primavera, dopo aver concluso il periodo di “svezzamento”, inizierà per la cavallina albina, la marcia di avvicinamento al “miracoloso” debutto in pista per vincere e regalare un sorriso anche ai ragazzi del “Serafico”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*