Centro storico, strade chiuse e traffico in tilt. Paoletti: ”Residenti isolati, è inaccettabile”

Centro storico, strade chiuse e traffico in tilt. Paoletti: ''Residenti isolati, è inaccettabile''
Centro storico, strade chiuse e traffico in tilt. Paoletti: ''Residenti isolati, è inaccettabile''

Centro storico, strade chiuse e traffico in tilt. Paoletti: ”Residenti isolati, è inaccettabile”.

Ci risiamo, per l’ennesima volta l’amministrazione comunale mostra la sua incapacità e la sua disattenzione alle esigenze dei cittadini.

La chiusura di Piazza del Comune in entrambi i sensi di marcia, per l’installazione della struttura di copertura del mercatino di UNTO, e contemporaneamente la chiusura di Piazza S. Francesco, produce il risultato che i residenti della zona alta e bassa si trovano isolati rispetto all’altra parte della città.

Come ulteriore aggravante il tutto viene fatto senza avere la cura di mettere preventivamente al corrente i cittadini, i quali quando si svegliano la mattina per recarsi al lavoro, spesso si trovano costretti a prendere atto delle scelte fatte direttamente sul campo, o meglio direttamente transitando sulle strade.

Sembra paradossale che in una città così piccola si riesca a creare così tanto disagio alla circolazione delle auto, e non solo dei residenti, ma anche a chi, come i tassisti, lavorano proprio con l’automobile. Sarebbe quantomeno logico consentire il transito in Piazza S. Francesco nel periodo di tempo in cui si svolgerà la manifestazione di UNTO.

Se tale opportunità non fosse stata possibile, per gravi motivi di sicurezza, sarebbe dovuto venire in mente a qualcuno che è nelle “stanze dei bottoni”, di collocare la struttura in un altra piazza comunale, ad esempio Piazza S. Chiara, o Piazzetta della Chiesa Nuova, o in altro luogo del centro storico.

Forse il problema è proprio rappresentato dal fatto che nessuno di questi Signori vive ed è residente nel centro storico, e conseguentemente non percepiscono nell’immediato quali sono le problematiche che esistono, e con quanta facilità certi equilibri relativi alla vivibilità, e non solo, possano essere lesi.

E’ ovviamente così!! Lo dimostra il continuo disinteresse relativo alla pubblica illuminazione (Assisi continua ad essere buia) sulla quale ho già avuto modo d’intervenire con un precedente articolo.

Propri in relazione alla viabilità sarebbe stato necessario fare delle scelte radicali e coraggiose, la pedonalizzazione totale? Parziale stagionale? La creazione di una viabilità alternativa? Sono tutti argomenti che potevano e dovevano essere affrontati attraverso un confronto con le associazioni di categoria, la cittadinanza, i commercianti e tutti gli attori di questa città.

Oggi a distanza di quasi cinque anni dell’elezione di questa amministrazione nulla è stato fatto in tale direzione con un atteggiamento pavido, ovviamente improprio per chi ha pretese di candidarsi alla guida di una città come Assisi.

da Leonardo Paoletti
Consigliere comunale Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*