Congresso PD, Leonelli nuovo segretario regionale

UMBRIA – Giacomo Leonelli è il nuovo segretario regionale del Pd. Un risultato quasi scontato dopo il primo passaggio nei giorni scorsi presso i circoli, dove aveva ottenuto il 64%. Il consenso delle primarie per lui si assesta intorno al 63%, distaccando gli altri candidati, Stefano Fancelli al 27% e Cesarini al 9%. Un risultato positivo in quasi tutti i territorio.

Solo a Orvieto città è Fancelli a spuntarla con il 48,5% dei voti mentre Leonelli si ferma al 45,5% e a Spoleto dove vince Cesarini con 49,9% seguono Leonelli 43,6% e Fancelli al 6,5%. Fatte queste eccezione, guardando un po’ per tutta l’Umbria, Leonelli si impone un po’ ovunque. A Perugia città su 1.910 votanti, ottiene 1.173 voti (61,4%), Fancelli 623 (32,61%), Cerasini 114 (5,96%). A Foligno Leonelli ottiene 631 voti, Cerasini 46, Fancelli 144. A Terni città Leonelli raccoglie con 741 voti il 69,6% dei consensi. Percentuale che cresce nel Ternano dove si assesta addirittura all’84%. A Narni città arriva al 42%, 69,8 ad Amelia città. Nel Narnese – Amerino Leonelli si aggiudica il 61,2% contro il 28 di Fancelli e il 10,8% di Cesarini. Al di là del risultato elettorale il dato che emerge è comunque il consistente calo dei votanti rispetto al congresso nazionale di dicembre. Per esempio nella provincia di Terni hanno votato in 3086 contro gli oltre 9000 dell’appuntamento di dicembre.

“Avevo chiesto – ha dichiarato Giacomo Leonelli – un consenso largo agli elettori, nella consapevolezza che le sfide che abbiamo di fronte saranno particolarmente difficili. Scrivere “Un’altra storia per l’Umbria” per un nuovo gruppo dirigente significa caricarsi l’onere di disegnare il futuro di questa regione”.

Questa la dichiarazione a caldo di Giacomo Leonelli dopo aver appreso di una vittoria che, nei numeri, si sta attestando intorno al 66% dei voti validamente espressi, con un affluenza ampiamente sopra gli 11mila votanti, nonostante all’attenzione dell’elettorato fosse catalizzata da altre vicende, tanto a livello locale quanto a livello nazionale, e penalizzata da un’organizzazione quantomeno sottotono da parte della dirigenza uscente.

“Questo dato – prosegue Giacomo Leonelli – ci consegna una fiducia larga e un mandato pieno per operare per quel rinnovamento del Partito Democratico in ordine ai contenuti, alle persone e al modo di fare politica, per interpretare i prossimi mesi. Ringrazio quanti si sono spesi per conseguire questo risultato, non nascondendo la soddisfazione per il risultato conseguito nelle maggiori città come Perugia, Terni e Foligno. Da domani ci metteremo al lavoro per dare, attraverso il Pd più aperto più inclusivo, le risposte alla speranze a alle istanze dei nostri cittadini e dei nostri territori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*