Crisi Colussi Petrignano di Assisi, il sacrificio dei lavoratori

Vertenza Colussi sindaci Lunghi e Ansideri incontrano azienda
COLUSSI

Crisi Colussi Petrignano di Assisi, il sacrificio dei lavoratori

da Massimo Morelli
Ulteriori preoccupazioni riguardo la situazione che sta colpendo il sito di Petrignano della Colussi sono sorte nell’ultimo incontro tenutosi con l’azienda e dall’ ultima assemblea con i lavoratori nei giorni passati.Il cattivo andamento dello stabilimento e la cattiva  gestione che sta colpendo specialmente i lavoratori che con notevole spirito di sacrificio e di responsabilità già hanno deciso di accettare, pur di non perdere il lavoro e cercare di rilanciare la competitività dell’azienda, prima la cassa integrazione, poi il contratto di solidarietà e di rinunciare ad una fetta importante di salario.

L’UGL AGROALIMENTARE UMBRIA, riconoscendo come tale sito sia sempre stato la vera locomotiva del gruppo Colussi, resta sempre più convinta che non sarebbe giusto ne vantaggioso avviare una politica aziendale basata esclusivamente al solito tagli al personale sulle linee, ma che occorrerebbe un vero e proprio rilancio con accurati investimenti.

Il sindacato infatti ritiene che per tornare ad essere competitivi servirebbero nuovi innesti nei settori della tecnologia, della progettazione e del marketing ma che da decenni non vengono fatti. Più volte tali proposte sono state presentate ai vari vertici  aziendali  senza però aver alcun esito positivo, e proprio per tale motivo la segreteria dell’UGL nella persona del segretario provinciale Morelli MASSIMO ha già contattato vari esponenti politici regionali per fissare poi nel più breve tempo possibile un appuntamento per portare L’ISTANZA alle istituzioni SIA A LIVELLO LOCALE CHE NAZIONALE.

l’obiettivo è quello di rendere nuovamente lo stabilimento di Petrignano il cuore pulsante dell’azienda in modo da non intervenire ulteriormente sui livelli occupazionali,terminando il contratto di solidarieta’che gia’ si preannuncia rinnovato per un ‘altro anno, al quale gli operai della Colussi guardano con molta preoccupazione,e per tanto hanno deciso insieme alla RSU,ed i sindacati tutti di intraprendere uno  stato di agitazione.

Crisi Colussi Petrignano

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*