Unipegaso

Il CST sarà presente al tredicesimo European Tourism Forum

La Lega Nord di Assisi lancia primarie nel territorio
LUIGI TARDIOLI

Napoli sarà sotto i riflettori della stampa internazionale per il Forum Europeo del Turismo che riunirà sessanta ministri del settore dal 29 al 31 ottobre. Il 29 giungeranno a Napoli i partecipanti all’evento, come riferisce l’edizione locale odierna di ‘Repubblica’, per le Giornate europee del Turismo che si terranno il 30 e 31 ottobre. “Saranno due musei ad ospitare i ministri e gli esperti del settore – riferisce il quotidiano – il museo Madre ed il museo di Capodimonte.

Il giorno 29 l’appuntamento è nella struttura di via Settembrini ed i due giorni seguenti i lavori si svolgeranno, invece, nei saloni di Capodimonte.

Il Forum europeo del Turismo, un evento annuale organizzato insieme dalla presidenza dell’Unione europea e dalla Commissione europea – conclude l’edizione di Napoli de ‘La Repubblica’ – avrà al centro dell’attenzione le politiche comunitarie del turismo, ma con degli approfondimenti, secondo le intenzioni del ministro Dario Franceschini, anche su Cultura e patrimonio culturale e su quella riforma dei beni culturali che, appena varata, vedrà tra i protagonisti proprio il museo di Capodimonte”.

Assisi sarà rappresentata dal Dottor Luigi Tardioli che parteciperà al terzo panel focalizzato sulla formazione nel turismo.

Il Forum rappresenta l’evento annuale più importante in ambito di turismo, promosso dalla Commissione Europea in collaborazione con uno stato membro. Riunisce organizzazioni internazionali, istituzioni europee, autorità nazionali e territoriali, vertici industriali per discutere prospettive e sinergie economiche del settore.

In tale ambito è prevista anche la riunione ministeriale informale dei ministri del Turismo cui riteniamo di invitare anche i Ministri della Cultura degli Stati UE, nella convinzione che turismo e cultura rappresentino un binomio che deve necessariamente operare in una visuale univoca e coerente col tema della crescita e dell’occupazione.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*