Donazione organi donna morta ad Assisi, soddisfacenti condizioni due pazienti

Donazione organi donna morta ad Assisi, soddisfacenti condizioni due pazienti Dall’inizio dell’anno già sei i trapianti effettuati al Santa Maria della Misericordia
Dr. Emidio Nunzi,

Donazione organi donna morta ad Assisi, soddisfacenti condizioni due pazienti
Dall’inizio dell’anno già sei i trapianti effettuati al Santa Maria della Misericordia

Sono più che soddisfacenti le condizioni dei due  pazienti- un uomo di 52 anni ed una donna di 70, entrambi della provincia di Perugia- sottoposti ad intervento chirurgico a seguito della  donazione  di organi  della donna di Assisi deceduta la settimana scorsa.  A comunicarlo, tramite l’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia,   è il  responsabile della struttura complessa di Nefrologia Dr. Emidio Nunzi, in contattato con i responsabili delle varie discipline che operano  a favore del Centro Regionale Trapianti  coordinato dalla Dott.ssa Tiziana Garzilli .

“ Ho voluto esprimere di persona sentimenti di apprezzamento a tutti gli operatori sanitari che anche in occasione dell’ultimo intervento hanno  dato  la loro  disponibilità, senza limite di orario.  La macchina organizzativa si è avvalsa  anche della collaborazione dei medici della Rianimazione Sabrina Piccotti ed Adonella Gorietti e del supporto del coordinatore infermieristico per i trapianti Giampaolo Rinaldoni, mentre Elide Moretti ha coordinato l’attività   infermieristica del blocco operatorio. La collaborazione medici/infermieri – sottolinea La Dott.ssa Garzilli- è alla base dei  risultati straordinari che stiamo conseguendo, grazie alla  sensibilizzazione  dei cittadini in materia di donazione di organi”.

Dall’inizio dell’anno  sono state  già  sei  le donazioni di organi di cui hanno usufruito  pazienti in dialisi  presso la struttura di Nefrologia. Un risultato che gratifica il paziente lavoro degli operatori sanitari e delle  Associazioni di  pazienti. “ Lo sforzo collettivo sta dando i suoi frutti, e siamo in netto recupero rispetto al  2015, che  si era chiuso con sette trapianti- sottolinea  il Dr. Nunzi-. La lista dei pazienti in attesa è ancora lunga, ma detto senza trionfalismo,  i segnali di speranza ora sono particolarmente evidenti.

Donazione organi donna morta

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*